Germania, Francia e Brasile, un trio di favorite nel mondiale di Russia

2' di lettura 17/11/2017 -

Dopo l’ultima pausa mondiali per gli impegni delle nazionali impegnate nei playoff mondiali, otto mesi esatti prima dell’inizio delle ostilità in Russia si profila già il quadro totale di tutte le selezioni che saranno presenti alla ventunesima edizione dei mondiali di calcio.



In totale saranno 32 le squadre che si sfideranno nella fase finale del torneo più atteso e ambito di tutto il pianeta calcistico, un evento che ogni quattro anni ferma il tempo e conglomera le passioni di tifosi provenienti da ogni angolo del pianeta. L’edizione che verrà vedrà la composizione dei gironi designata tramite sorteggio il prossimo 1 di dicembre: in questa cerimonia per la prima volta nei bussolotti ci saranno i nomi di Islanda e Panama, le uniche due debuttanti assolute che hanno già scritto la storia solo per la partecipazione.

Sebbene manchi ancora del tempo, in questo momento risulta chiaro che Francia, Germania e Brasile siano indicate come le principali favorite dei bookmaker nei pronostici per la Coppa del mondo di calcio che si svolgerà in Russia dal 14 giugno al 15 luglio 2018. Queste tre nazionali, oltre a contare su un potenziale di calciatori importante, hanno vinto i rispettivi gironi di qualificazione e contano sulla giusta esperienza per poter fare bene.

In primis c’è la Germania, campione del mondo in carica e forte anche dell’affermazione in Confederation Cup, dove il tecnico Löw ha vinto dimostrando di poter disporre praticamente di due squadre e di avere l’imbarazzo della scelta. L’unica preoccupazione del tecnico tedesco è di recuperare perfettamente Neuer e Müller per l’appuntamento russo.

La Francia, invece, punta sui suoi attaccanti veloci e tecnici come Lacazette, Griezmann e il giovanissimo Mbappe, uno dei calciatori con più prospetto in circolazione. Deschamps punterà a far maturare un gruppo già solido che vorrà dare una gioia ai suoi tifosi dopo l’incredibile debacle nella finalissima dell’Euro 2016 contro il Portogallo. E il mondiale di Russia sembra essere l’occasione migliore per rifarsi.

Chi arriva invece lanciatissimo è il Brasile, che con Tité ha trovato il miglior tecnico capace di compattare un gruppo dove i veterani Alves, Marcelo e Miranda si combinano perfettamente con i giovani talenti di Marquinhos, Coutinho e Gabriel Jesús, con Neymar come uomo di punta. Tité ha lavorato sul piano emotivo ed è riuscito a creare un gruppo solido e fantasioso, che andrà in Russia per vincere il suo sesto mondiale e rendere ancora più grande la sua leggenda.






Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2017 alle 15:07 sul giornale del 16 novembre 2017 - 489 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aO3d





logoEV
logoEV