Amandola: finalmente riapre la sede del Cacuam

1' di lettura 10/11/2017 - Attesa da mesi e finalmente completa, l'opera di ristrutturazione e recupero dei locali del centro di aggregazione della città di Amandola

Dopo i danni causati dal sisma infatti, la struttura sita in via Cippardelli in pieno centro storico era divenuta inagibile con gravi conseguenze per le attività dell'associazione stessa e per i giovani che la frequentavano.
Il comune però si è fatto carico dei lavori di sicurezza del palazzo, permettendo quindi di poter intervenire senza rischi ulteriori, un grande lavoro per il quale l'associazione ringrazia sommessamente. Fondamentale anche il contributo dato da Auser Fermo ed Auser Marche, prettamente impegnate in attività per l'età avanzata ma sempre vicine ai bisogni dei territori che vivono nelle figure di Graziano Ferroni, presidente Auser Fermo e di Manuela Carloni presidente Auser Marche, presenti domenica per visitare la struttura.
L'appuntamento con la nuova “inaugurazione” è previsto per sabato 11 novembre alle ore 16.
Ovviamente con la riapertura dei locali, riprenderanno anche le attività correlate e la sede rimarrà aperta tutti i pomeriggi dalle 16 alle 20 disponibile per i soci.
Un bel segnale per tutta la collettività il recupero di un luogo fisico di aggregazione e condivisione e anche per lo stesso centro storico, che torna a rianimarsi dopo i fatti del terremoto.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 10-11-2017 alle 14:13 sul giornale del 11 novembre 2017 - 1194 letture

In questo articolo si parla di attualità, giovani, amandola, cacuam, auser, sede, articolo e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aONo