La NeroGiardini interviene a sostegno della comunità di Visso

3' di lettura 03/11/2017 - Inizieranno a breve i lavori per la costruzione di una struttura che ospiterà le attività commerciali del posto. Presentato in conferenza stampa il progetto

Conferenza stampa del Sindaco del Comune di Visso per illustrare il progetto riguardante la realizzazione di un’area attrezzata da destinare alle attività commerciali del luogo. Dunque, la necessità di costruire in fretta una struttura ponte che potesse essere successivamente riutilizzata dopo aver ospitato le attività commerciali per altri tipi di servizi.
“La soluzione emergenziale prospettata dagli organismi preposti alla ricostruzione ed i tempi di attesa per la sua attivazione ci poneva di fronte al rischio di costruire e portare a termine una struttura quando con ogni probabilità non sarebbe più servita. Necessitava – precisa il Sindaco - cercare una soluzione rapida per trovare una sistemazione in tempi ristretti alle attività commerciali che hanno consentito alla nostra popolazione di vivere in questa straordinaria zona ricca di bellezze naturali e non solo. La cosa migliore da fare – ha proseguito il Sindaco – con tempi di ricostruzione che io prefiguro in una decina di anni, era quella di costruire una struttura adatta alla nostra zona montana che fosse polifunzionale e riutilizzabile dopo l’emergenza per altri tipi di servizi. Questo è stato possibile grazie al contributo dell’ azienda NeroGiardini e del suo Amministratore Enrico Bracalente.”
Non nuovo ad impegni di questo tipo, amante della montagna, assiduo frequentatore delle piste da sci della vicina Frontignano e stimolato anche dalla moglie, in una domenica di agosto, trovandosi a Visso e vedendo in prima persona quanto aveva distrutto il terremoto ha deciso di dare il suo contributo alla gente del posto.
“Resomi conto della gravità della situazione – racconta Enrico Bracalente – ho incaricato il mio responsabile della comunicazione di sentire il Sindaco di Visso e vedere cosa si poteva fare per accelerare l’opera di ricostruzione e mettere le aziende del posto nella condizione di poter ripartire con le loro attività produttive. Ci siamo incontrati e nel giro di poco tempo abbiamo pensato alla soluzione che oggi vi stiamo presentando.” Durante la conferenza stampa, non sono mancate stoccate ai politici. Tanto Il Sindaco Pazzaglini quanto Enrico Bracalente non hanno lesinato critiche. Questo terremoto, si è detto in conferenza stampa, verrà ricordato come il sisma della burocrazia e dell’ipocrisia.
Ad illustrare le caratteristiche dell' opera ci ha pensato l’architetto Pomanti dello Studio Cappa che ha realizzato il progetto.
“Un’opera – ha precisato il tecnico – pensata in forme semplici e lineari con un carattere polifunzionale da riutilizzare dopo la ricostruzione; occuperà uno spazio di 16.000 mq e la sua ubicazione sarà all’ingresso di Visso dove prima del terremoto c’era il parco hotel. La struttura portante è in acciaio.”
I lavori inizieranno subito ma non sono stati definiti i tempi di ultimazione in considerazione del fatto che si sta andando incontro all’inverno e si opera in un’area montana dove soltanto l’anno passato si sono verificate nevicate eccezionali con oltre due metri di neve. I padiglioni che verranno realizzati sono 2 e di 200 mq ognuno.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2017 alle 13:43 sul giornale del 04 novembre 2017 - 4456 letture

In questo articolo si parla di cronaca, terremoto, fermo, visso, monte san pietrangeli, ricostruzione, articolo, Nerogiardini, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOAH





logoEV
logoEV