Fermo: Successo per il programma di iniziative che hanno festeggiato i 50 anni del CAI

2' di lettura 02/11/2017 - Mezzo secolo di vita è trascorso da quando, nel lontano 1967, è stata ricostituita la Sezione CAI di Fermo, grazie all’impegno di un gruppo di appassionati.

Per festeggiare insieme alla comunità fermana che segue ed apprezza le attività svolte, l’associazione è riuscita con non poche difficoltà e grazie alle notevoli capacità del gruppo di lavoro preposto ad allestire alle Piccole Cisterne una mostra iconografica che ha voluto raccogliere, con significative immagini ed equipaggiamenti di ieri e di oggi, il percorso del Cai.
All’interno sono state organizzate tre serate di proiezioni filmiche sulla montagna e i suoi protagonisti. Grazie al gruppo di alpinismo giovanile è stata costruita per i più piccoli, all’interno del vecchio mercato coperto, una palestra di arrampicata, un ponte tibetano, una teleferica, in pratica un parco avventura molto apprezzato da tantissimi bambini.
Realizzata una ciclo-escursione, svoltasi per i sentieri del Fermano, cui ha preso parte il gruppo di appassionati “Monti e vai” del Cai.
“Un ricco e bel programma - ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro - che ha dato testimonianza del grande lavoro e dell’impegno della sezione Cai di Fermo e della sua passione, condivisa da molti, per la natura. Un percorso che prosegue da 50 anni cui auguriamo ancora lunga vita e tante belle iniziative”.
“La sezione Cai di Fermo per storia e tradizione è una realtà oramai consolidata della città e del territorio – ha aggiunto l’assessore allo sport Alberto Scarfini - cui va il plauso di aver celebrato i 50 anni di vita in modo partecipato, suscitando interesse e voglia di conoscere che sono le molle di chi vuole apprezzare le bellezze naturali del nostro territorio”.
E, per concludere i festeggiamenti (svoltisi dal 30 settembre al 15 ottobre), con una notevole partecipazione di appassionati e non, si è tenuto anche un convegno nella sede della Camera di Commercio, sulle fonti d’alta quota dei monti Sibillini. In questa occasione è stato presentato il volume che raccoglie il lavoro triennale degli esperti del Cai.
Uno studio che vuole essere un punto di partenza e di riflessione su un bene prezioso quale è l’acqua, sul suo utilizzo e sullo stato di salute delle nostre montagne.
“Ora la realtà associativa, grazie al contributo di tanti – ha detto il Presidente del Cai di Fermo Mario Scarfini - è consistente, preparata e capace di svolgere tutte le attività inerenti la montagna, principale passione dell’associazione, nonché di difenderne la cultura e l’ambiente”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2017 alle 15:35 sul giornale del 03 novembre 2017 - 466 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOyr





logoEV
logoEV