Vivere Fermo: il Fai ci fa conoscere una nuova-vecchia Montefortino

3' di lettura 21/09/2017 - Le Marche fantastiche che non conosciamo: Si tratta di un progetto pilota del FAI volto alla promozione e riscoperta di un patrimonio artistico architettonico culturale non ovvio, ovvero antiche strutture in questo caso abitative rurali e piccole economie dell'epoca medievale.

Montefortino è stata individuata dall'organizzatrice nonché segretaria della Delegazione FAI di Fermo, Rossella Falzetta come soggetto perfetto della prima tappa del progetto.

Paese dal territorio ricco di memorie storiche architettoniche, che grazie all'aiuto di fini conoscitori di questi ambienti e di Monica Bruni (associata Fai) sono state individuate per ospitare conferenze, letture teatrali, visite guidate, scene fantasy e concerti.

Dodici ore non stop intervallate solo da una pausa pranzo e cena nei ristoranti della zona , unito al bel tempo ha permesso una foltissima partecipazione di pubblico attentissimo e attivo. Dato significativo: provenienza da nord a sud della regione Marche.

A dare il benvenuto presso l'edificio de Lu Cremore è stata il capo delegazione Fai Patrizia Marini Cirilli, supportata dalla musica del violinista Valentino Alessandrini che ha eseguito brani di Ed Sheeran e dei Coldplay. Sono seguiti gli interventi di Adolfo Leoni, Lando Siliquini, Vincenzo Pasquali e Giorgio Tassi, sulla storia, le leggende e i miti di questi luoghi, intervallati da musiche della Banda Giovanile Interprovinciale di Fermo e Macerata.
Nel pomeriggio gli interessati hanno potuto assistere alle lezioni di professori ed esperti del settore turistico dei Sibillini come Gentili e Giannini, nello splendido scenario dell’Antico Mulino; costruzione quattrocentesca potenziata a difesa del paese e che oggi rappresenta una mirabile rappresentazione di fortificazione nella valle del Tenna.
I partecipanti hanno poi potuto visitare il centro storico di Montefortino fino a giungere alla Torre Peschiera, torrione costituente una parte difensiva del mulino ma posiziona in un posto estremamente strategico. Egli è in connessione visiva con altri quattro posti dell’area circostante per poter attraverso
messaggi luminosi in codice, presenze indesiderate.
Tappa interessante è stata anche quella alla ex farmacia, con i relatori Daniela Tisi, Adriana Pierini e Padre Gianfranco Priori che hanno spostato l’attenzione su aspetti più religiosi e videoproiezioni suggestive.

La giornata è proseguita con la visita della frazione di Rubbiano, meta di passaggio dei viandanti verso Roma e la zona più mistica e misteriosa dell’intero borgo fermano.
La conclusione si è avuta dopo cena presso l’antica chiesa Pieve di Sant’angelo in Montespino, dove un cielo stellato e limpido, ha illuminato il concerto di Francesca Petitto e Annalisa Levantesi, le letture di Adolfo Leoni e un cameo di Juan Salto. Graditissima presenza quella del Gruppo
Keemar – Le Markee Fantastiche, il quale ha reinterpretato con costumi e scenografie in chiave fantasy, le leggende marchigiane e sibilline dell’area montefortinese. Inoltre la collaborazione del gruppo coadiuvato da GDV Ludica è stata molto apprezzata dai tanti bambini presenti, con laboratori di trucco, danza, raccolta di erbe, lezioni di scherma antica, corse con i cavalli di legno e vari giochi del passato.

Una bellissima giornata di cultura, conoscenza, antropologia, storia, che è stata possibile grazie al grande impegno delle famiglia Alessandrini, Gallo Ciaffoni, Daniel Parker, del nucleo di Protezione Civile di Montefortino e della Co-work di Amandola.

Il progetto al suo primo appuntamento ha sicuramente riscosso un ampio successo e ricevuto il plauso di tanti cittadini e turisti che vogliono sapere di più dei posti che abitano o visitano. Perché abitare un territorio o viverlo, significa respirarlo anche attraverso ciò che non è sempre visibile, ma non per questo è meno bello e ricco di valore.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2017 alle 13:01 sul giornale del 22 settembre 2017 - 1604 letture

In questo articolo si parla di attualità, bellezza, montefortino, fai, borghi, sibillini e dintorni, fantasy, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNeT





logoEV
logoEV