Un gruppo di trenta appassionati per riportare la storica S.S.Sutor dove merita

3' di lettura 08/09/2017 - “La Triade esce di scena, noi insieme ci impegneremo a far vivere la storia del basket a Montegranaro”

Entusiasmo, passione, cuore, tradizione. Parole chiave per un progetto che nasce dal basso e che ha un solo obiettivo: continuare a far vivere la Sutor Basket Montegranaro. È nato così il comitato ‘Coming Back Sutor’, che conta già trenta persone e che prenderà in gestione la squadra di basket oggi protagonista del campionato di Serie C.
“Imprenditori, professionisti, dipendenti e pensionati: tutti di Montegranaro e legati al nome Sutor.
“Questi al momento siamo” spiegano a nome del comitato Lucio Melchiorri, Cesare Ciarpella, Mauro Gismondi e Cesario Caminonni (nella foto). Il primo passo è stato quello di sedersi a parlare con l’attuale presidente della Sutor Basket 1995 e poi con la proprietà, Tiziano Basso, Edo Trapè e Marco Cannella, della S.S.Sutor affiliata alla F.I.P. dal 01.07.1955 con il codice storico 997.
“L’accordo è definito, la Triade ci dà in uso a tempo indeterminato e gratuito la denominazione S.S.SUTOR con la possibilità di poterla assumere ed utilizzare fin dal prossimo campionato”. La motivazione è far proseguire la storia della Sutor, blindandola a Montegranaro.
“L’unica richiesta che la proprietà ci ha fatto – spiegano i quattro rappresentanti – è di non poter mai trasferire il titolo, che deve restare legato alla nostra città e deve essere gestito in modo congeniale”. Intanto un uso gratuito, in prospettiva la cessione definitiva.
“Per noi – ribadisce Marco Cannella – determinante è far sopravvivere 60 anni di storia. Noi ci siamo impegnati a non farla morire e oggi mettiamo a disposizione unitamente alla storica denominazione S.S.Sutor una struttura ed una società pulita che milita nel campionato di serie C sicuramente idonea a garantire la continuità della tradizione cestistica. Nel fare questo usciamo di scena, sereni e soddisfatti di poter lasciare la guida a questo importante e appassionato gruppo di cittadini di Montegranaro che vogliamo pubblicamente ringraziare per l’impegno sino ad oggi profuso e per l’amore che hanno manifestato nei confronti della Sutor”.
Una nuova avventura con i piedi ben saldi nella storia: “Vogliamo far tornare la Sutor al posto che merita. Questa era la nostra squadra da bambini, questa vogliamo sia la squadra di Montegranaro anche quando non ci saremo più e per questo stiamo coinvolgendo anche molti giovani. Noi non ci contrapponiamo alla Poderosa, a cui facciamo il nostro più sincero in bocca al lupo. Ma noi siamo cresciuti a pane e Sutor. Per questo diciamo grazie alla Triade che prese la squadra, insieme ad altri coraggiosi sognatori, in serie C trent’anni fa, conservandola e facendoci vivere anche anni di serie A da protagonisti”.
La stagione è alle porte, da ottobre si gioca alla Bombonera. E per quel giorno il gruppo si presenterà al completo: “La nostra azione ha anche un aspetto sociale. Noi vogliamo che anche chi non può spostarsi da Montegranaro abbia la possibilità di vivere il basket. La Sutor allestita questa estate è una squadra con una forte anima veregrense che parte con ambizioni, perché ha un roster di ottimo livello”.
Il gruppo che oggi conta trenta persone è aperto: “Tutti gli appassionati che vogliono avvicinarsi a questo progetto troveranno le porte aperte: più siamo e più forte sarà la Sutor. Nelle prossime settimane organizzeremo incontri a Montegranaro per spiegare al meglio il progetto”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2017 alle 16:38 sul giornale del 09 settembre 2017 - 833 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMP1





logoEV
logoEV