Vivere le storie: B&B - ASD GranBosco horse club

3' di lettura 01/09/2017 - Ci sono storie che vanno vissute, viste ed ascoltate. Le Marche vantano tanti esempi di grande caparbietà e passione, che non vengono a galla, soprattutto da Ancona in giù. Allora ci permettiamo di andare oltre i confini fermani e ci affacciamo nel maceratese, a Loro Piceno precisamente dove c’è una realtà in grande espansione.

A curarla e farla crescere, c’è una giovane coppia di sposi assai affiatata: Daniele e Arianna.
Lui trentaquattrenne di Monte san Giusto, ex operaio tessile e lei ventisettenne di Belforte del Chienti, ex aiuto cuoca in vari ristoranti della zona.
Giovani, sorridenti e con una grande passione nel sangue, quella per la natura e gli animali.
Hanno vissuto insieme a Monte san giusto per un periodo, poi nel natale 2012 arriva la svolta della vita, che sembra uno scherzo.
“Daniele mi ha chiesto cosa volessi per Natale. Ed io ho risposto scherzosamente, due pony!”, mi dice trattenendo a stento le lacrime Arianna.
“Bè che ci crediate o no, il giorno di Natale si è presentato per davvero con due pony che mi ha regalato con la gioia che potete immaginarmi negli occhi.”
Tenere due pony però a Monte san giusto in centro, non è stato facile e così si son dovuti adoperare per trovare una soluzione. Così quasi dal nulla, è nato tutto. Girando le campagne vicine, hanno trovato proprio a Loro piceno dove potersi stanziare. Hanno investito i risparmi accumulati e comprato terreno e casolare vicino ad un grande bosco poco fuori il paese. L’attività è nata ufficialmente ad inizio 2013. Dopo i due pony di nome Chiccha e Play boy che tutt’ora sono in azienda, sono arrivati: 4 cavalli, 3 minipony, 5 asini, un toro di nome Martin, 2 capre del cashmire, 15 galline, 3 cani e innumerevoli gatti, oltre alla mula.
“Cosa manca? Ah si, magari in futuro alleveremo anche degli orsi, chissà”, scherza la simpaticissima Arianna.
Dopo un anno di duro lavoro di assestamento, con poche soddisfazioni e tanta fatica, finalmente da qualche tempo stanno raccogliendo i frutti di questo cambiamento in parte rischioso.
Ora sono B&B, maneggio per adulti e bambini, con attività sui pony e sugli asini, sono un’associazione sportiva dilettantistica e cosa molto importante, gli unici ad effettuare la monta indiana, senza sella. Daniele infatti è guida equestre in monta indiana conseguita a Pisa ed è l’unico nella provincia. Il posto isolato e con tanta terra a disposizione ,permette loro di far pascolare gli animali liberi, senza vincoli o controlli particolari, come la loro stessa natura vuole.
Collaborano attivamente con altre realtà del territorio, con eventi organizzati sopratutto nell’azienda che spaziano dai laboratori, alla presentazione di libri ad altro.
Quindi c’è soddisfazione, chiedo tra le righe?
“Si ora tanta. Gli stranieri sono quelli che maggiormente usufruiscono delle nostre strutture, in particolare in estate, ma anche tanti bimbi della zona vengono per le lezioni sui pony o sugli asini e questo ci rende molto felici. Il territorio risponde bene e noi vogliamo crescere ancora.”
Anche se il sogno nel cassetto di entrambi, è quello di vivere in una realtà ancora più wild, l’Australia. Ma per ora speriamo che restino dove hanno deciso di vivere e seguire le proprie passioni, con la volontà di farcela e il coraggio che dovrebbe contraddistinguere ragazzi come loro.

Per info:

https://www.granbosco.it/


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 01-09-2017 alle 12:08 sul giornale del 02 settembre 2017 - 1724 letture

In questo articolo si parla di animali, attualità, giovani, bosco, storie, verde, vivere, articolo e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMCz





logoEV
logoEV