La solidarietà attiva di Marchitelli approda a Fermo

3' di lettura 28/08/2017 - Continua il ciclo tour solidale dello scrittore milanese che sta raccogliendo fondi per le scuole elementari di Visso e Amandola colpite dal terremoto

Anche la tappa fermana del ciclotour solidale di Gino Marchitelli è stata accolta da un pubblico caloroso, composto non solo di bambini, che gli ha tributato il giusto riconoscimento per l’impegno che lo scrittore milanese sta profondendo in questa sua nuova avventura: 1.200 km in bicicletta, da Milano a Carovigno in Puglia, con incontri e presentazioni per parlare del progetto di crowdfunding a favore dei bambini di Visso e Amandola colpiti dal sisma. Sarà poi l’associazione Mus-e Italia onlus a gestire l’organizzazione di laboratori artistici che serviranno a portare sorrisi e creatività nelle classi delle scuole elementari dei due comuni delle province di Macerata e Fermo.
L’incontro di sabato pomeriggio a Fermo si è tenuto in una gremita sala della biblioteca ragazzi, in Piazza del Popolo, nell’ambito del Festival della Filosofia che ha ospitato l’evento nel suo programma. Da segnalare, sul piano istituzionale, la presenza della presidente del consiglio comunale di Fermo, Lorena Massucci, che ha fatto gli onori di casa, e delle rappresentanti dei comuni di Visso e Amandola, le assessore all’istruzione Patrizia Serfaustini e Chiara Scirè, entrambe entusiaste del progetto pro Mus-e: “qualsiasi iniziativa che riguarda i bambini” hanno dichiarato all’unisono “non possiamo che accoglierla e sostenerla, nella speranza di avere lo scrittore ciclista Marchitelli a raccontare le sue fiabe direttamente ai nostri alunni. Ringraziamo lui e l’associazione Mus-e per l’impegno che stanno portando avanti, mantenendo alta l’attenzione sui più piccoli, vittime ancor più fragili della tragedia che ha colpito i nostri territori.”
Anche il Sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, non ha fatto mancare il suo sostegno portando i saluti della città e ammirando la “Poderosa”, questo il nome che Marchitelli ha voluto dare alla bicicletta con cui sta percorrendo il suo tour. “Faticoso ma entusiasmante arrivare in tante piazze della nostra bellissima Italia, ed essere accolti dai sorrisi e dalle domande dei bambini che vogliono ascoltare la storia di Ben, Tondo e gatto Peppone.
Questo è il mio primo libro per fanciulli, e mi sembrava giusto associarlo alla campagna di crowdfunding con la possibilità di donarlo proprio ai piccoli cittadini di Visso e Amandola.”
A parlare è Marchitelli che, dopo la lunga pedalata della tappa fermana da Grottammare a Fermo, ha nuovamente trovato il fiato per presentare la storia e cantare le canzoni che accompagnano il racconto, come fa ad ogni tappa. Con lui lo staff che lo segue e lo supporta, road manager in testa, Antonino Impiombato.
“Per costruire e portare a termine questo viaggio c’è bisogno di un supporto costante perché pedalare costa fatica. Ma l’obiettivo che stiamo portando avanti è troppo importante: raccogliere fondi per i bambini terremotati di Visso e Amandola. E devo dire che trovo tanta generosità in giro, il che mi conforta e mi spinge a proseguire in questa avventura.”
Per aderire alla campagna di crowdfunding basta collegarsi alla piattaforma www.becrowdy.com e seguire le indicazioni. Per seguire il percorso di solidarietà attiva in bicicletta invece si possono consultare sia il sito dello scrittore (www.scrittorefelice.it) che le diverse pagine facebook dedicate all’evento.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2017 alle 15:16 sul giornale del 29 agosto 2017 - 376 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMuN





logoEV
logoEV