Sequestro di vongole nel fermano

1' di lettura 15/08/2017 - Durante i controlli sono stati rinvenuti e sequestrati circa 56 Kg di vongole prive della documentazione che ne attesti la tracciabilità e quindi la provenienza

​Nel corso della giornata odierna i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio - nel corso delle attività di controllo sulla filiera ittica ed in particolare sulla commercializzazione illegale del pescato - hanno effettuato due sequestri di vongole (Venus gallina), dei quali uno a carico di ignoti ed un altro presso un ristorante a sud del fermano. Durante i controlli sono stati rinvenuti e sequestrati circa 56 Kg di vongole prive della documentazione che ne attesti la tracciabilità e quindi la provenienza: per questa condotta illecita sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di € 3.000,00.
Per il prodotto sequestrato (risultato ancora “vivo e vitale”), sentito il parere del Servizio Veterinario dell’Area Vasta 4, è stato disposto ed eseguito il rigetto in mare all’interno delle acque del circondario.
Le Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, in regime di dipendenza funzionale diretta dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, svolgono la funzione di polizia in materia di vigilanza e controllo sulle attività di pesca marittima ed acquacoltura, nonché sul commercio e sulla somministrazione dei prodotti ittici, con l’obiettivo di garantire la tutela dei consumatori.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-08-2017 alle 19:05 sul giornale del 16 agosto 2017 - 573 letture

In questo articolo si parla di cronaca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMcS





logoEV
logoEV