Maggi (M5S): La cultura della legalità è una cosa importante, non può essere usata per mera propaganda

2' di lettura 01/08/2017 - La cultura della legalità è un principio fondante del Movimento 5 Stelle. Come tale, deve essere perseguita in maniera concreta, non come semplice propaganda

Se guardiamo al percorso normativo che questa Regione ha fatto, ci viene il sospetto che si tratti solo di scatole vuote. Nel 1998 la L.R.3 si occupava della “Partecipazione della Regione Marche alla lotta contro la devianza sociale, la criminalità comune, la criminalità economica e la criminalità organizzata”; legge abrogata nel 2002 dalla n. 11 “Sistema integrato per le politiche di sicurezza e di educazione alla legalità”.
La l.r.11 è vissuta un po’ di più, fino al 2014, quando è stata abrogata dalla l.r.16 “ Disposizione per l’attuazione delle politiche regionali per la promozione della cultura della legalità”, proprio quella che ci apprestiamo ad abrogare oggi con la nuova PdL.
Inoltre ci sono richiami alla legalità seminate qua e là in varie norme (addirittura in una si parla di “poteri occulti”…). Insomma, cambia l’anno, cambiano i titoli, cambia l’amministrazione in carica ma una cosa resta invariata: la poca forza degli strumenti che queste leggi mettevano in campo e la scarsa energia con cui sono state applicate, rimanendo per lo più inapplicate.
Un esempio su tutti: per il vademecum sulla legalità, sbandierato da Cesetti come risultato raggiunto, sono stati stanziati 50.000 euro affinché ne sia distribuita una copia per ogni famiglia marchigiana.
A conti fatti, 0.07 centesimi a copia. Questa proposta di legge che ci apprestiamo a votare oggi, è solo un altro anello di una legislatura inapplicata che serve forse al marketing del PD per far vedere che si occupa di legalità. E questo proprio quando servirebbero azioni concrete, visto che la criminalità organizzata allunga sempre più le mani nel tessuto economico della nostra regione.
Come Movimento, abbiamo cercato di apportare dei miglioramenti, con emendamenti accolti in commissione consigliare e altri che riproporremo oggi in aula. Ma non possiamo fare altro che astenerci, dal momento che è una legge carente, figlia delle altre leggi carenti che l’hanno preceduta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2017 alle 17:28 sul giornale del 02 agosto 2017 - 489 letture

In questo articolo si parla di politica, Gianni Maggi, M5S, MoVimento 5 Stelle Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLOc





logoEV
logoEV