La Vice Presidente Malaigia interviene sulla situazione delle scuole nel cratere

2' di lettura 29/06/2017 - Comunità , scuole e soprattutto bambini penalizzati da una gestione centrale del sistema scuola che non tiene conto della specificità del territorio.

"Apprendo questa mattina dalla stampa locale la preoccupazione piu' che condivisibile del Sindaco di Falerone al quale esprimo la mia vicinanza, riguardo il rischio della creazione di pluriclassi ovvero accorpamenti di classi di alunni stracolme".
Interviene così la Vicepresidente Malaigia a seguito dell'appello del Sindaco Armando Altini di Falerone di intervenire affinchè venga emanato un decreto ministeriale che preservi la qualità dell'istruzione e il rispetto di un territorio già in affanno a seguito del sisma.
"Mi viene da definirlo il solito pasticciaccio in salsa italiana. Pasticciaccio che si aggiunge alla già precaria e delicata situazione di molti docenti di sostegno marchigiani nelle assegnazioni nelle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado che chiedono di poter lavorare in provincia e non essere spedite al nord come avvenne lo scorso anno. Condizioni inaccettabili secondo una logica razionale che non tiene conto dei bisogni del territorio,duramente colpito dal sisma dell'agosto scorso e, dunque, bisognoso di mantenere un adeguato organico, anche per garantire il sistema formazione nelle zone terremotate. Comunità , scuole e soprattutto bambini penalizzati da una gestione centrale del sistema scuola che non tiene conto della specificità del territorio.
E cio' che mi preoccupa maggiormente e che dovrebbe interessare l'ufficio scolastico regionale e il Ministero dell'Istruzione – prosegue la Malaigia - è che la vicenda non riguarda solo i destini individuali dei docenti e delle loro famiglie, ma soprattutto la qualità e l’efficacia dell’intero sistema educativo. Occorre tener conto che i docenti rappresentano una risorsa umana, culturale ed economica per le Marche, e se costretti ad andare via significherà anche un impoverimento del territorio; insegnanti che dopo il terremoto si sono rimboccati le maniche per evitare anche il rischio della desertificazione del territorio evitando l'abbandono delle aree del cratere".
Comprensione e supporto dunque da parte della Vicepresidente Malaigia da sempre vicina ai problemi del mondo della scuola ed in particolar modo ai territori colpiti dal sisma che promette una verifica costante della situazione e un monitoraggio sulle successive manovre che il Ministero e l'ufficio scolastico regionale intenderà intraprendere.


da Marzia Malaigia
vicepresidente del consiglio regionale (Lega Nord)





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2017 alle 14:44 sul giornale del 30 giugno 2017 - 1585 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord, Marzia Malaigia, vicepresidente consiglio regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKMr





logoEV
logoEV