Successo per la mostra in corso nella città lagunare di Venezia con alcune opere di Sandro Trotti

3' di lettura 26/06/2017 - Con 200 visitatori circa al giorno, la mostra sarà visitabile fino al 2 luglio

"Sta riscuotendo successo la mostra ospitata negli spazi espositivi della galleria del piano Nobile di Palazzo Albrizzi (storica cornice che ospiterà anche - al piano terra - il Padiglione Nazionale Guatemala, 57° Esposizione Internazionale d’Arte – Biennale di Venezia – “Viva Arte Viva), dal titolo “Energia Creativa - Tra Astrazione e Figurazione”, organizzata per valorizzare e promuovere artisti contemporanei nazionali e internazionali, inserita dagli organizzatori del Comitato dell'Università di Cà Foscari all’interno del circuito "Art Night”.
L’evento espositivo, patrocinato da Mibact, Regione Veneto, Comune di Fermo, Arcidiocesi di Fermo, Camera di Commercio di Fermo, Midlands (Sezione Marche) presieduta da Mirella Ruggeri, dall’Associazione Culturale Italo-Tedesca di Venezia, dal Goethe Institut con l’allestimento curato dalla Contemporary Agency (di cui è amministratore unico Roberta Gaudeni), è stata inaugurata (FOTO) lo scorso 17 giugno (con un raro concerto per violino e pianoforte tenuto dal M° Roberto Galletto, pianista, docente al Conservatorio di S. Cecilia e dal violinista Henry Durante, membro del rinomato Trio Scistakovic) e già conta circa 200 visitatori al giorno.
La mostra, visitabile fino al prossimo 2 luglio, ospita le opere di due Maestri contemporanei, il pittore Sandro Trotti e lo scultore Giuliano Giuliani, generosamente concesse, rispettivamente, dal Comune di Fermo e da un collezionista privato, e le opere di artisti già noti e talenti emergenti come: Sabri Always, Giorgio Baldoni, Flavio Bregoli, Alfonso Caputo, Agostino Cartuccia, Gian Luigi Castelli, Alessia Cors, Federico Cusano, Elisa De Almedia, Angelo De Maio, Maria Teresa Eleuteri, Andrea Gallucci, Massimo Giordano, Saverio Magno, Michele Nave, Anita Pisano e Franco Trevisan insieme ad altre 27 video esposizioni di altrettanti artisti.
“E’ per la città di Fermo motivo di vanto poter essere presente a questo prestigioso evento con le opere del M° Trotti – ha dichiarato nel giorno dell’inaugurazione la consigliera comunale Silvia De Santis (FOTO) a nome dell’Amministrazione Comunale e rappresentando la città – l’arte è di sicuro uno dei messaggeri ed ambasciatori universali e più efficaci per promuovere la storia, la cultura ed il nome di una città e questa mostra ne è un esempio. La bellezza e la poesia dell’arte riescono più di tante parole a far conoscere territori e culture. Iniziative di questo genere sono un valore aggiunto per richiamare turisti e visitatori nei nostri territori feriti dal sisma e rientrano nel filone della presenza dell’arte fermana in Italia, vedi Rubens a Milano lo scorso anno e la mostra, ancora aperta a Roma al Pio Sodalizio dei Piceni sui capolavori artistici del territorio fermano”.
Mirella Ruggeri (foto), Presidente di Midlands, ha presentato singolarmente i 19 artisti espositori, inquadrandoli nella tematica generale cercando di far emergere prima la persona e poi l’artista, basandosi sulle sue deduzioni dopo aver visionato le opere.
Alla mostra è possibile vivere anche l’arte tattile attraverso l’esposizione di alcune opere tattili per rendere fruibile la mostra, patrocinata anche dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, anche al pubblico dei non vedenti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2017 alle 20:40 sul giornale del 27 giugno 2017 - 680 letture

In questo articolo si parla di cultura, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aKGH