Poderosa Montegranaro: La XL EXTRALIGHT® batte Bergamo ed è promossa in serie A2

3' di lettura 11/06/2017 - L’apoteosi per la XL EXTRALIGHT®, che chiude i conti al primo colpo alle Final Four di serie B di Montecatini Terme battendo la Co.Mark Bergamo per 74-64

Scusate il ritardo. Un anno fa la beffa, ieri(sabato 10 giugno) l’apoteosi per la XL EXTRALIGHT®, che chiude i conti al primo colpo alle Final Four di serie B di Montecatini Terme battendo la Co.Mark Bergamo per 74-64 e decollando così per la prima volta nella sua storia in serie A2. Al PalaTerme è festa grande per il pazzesco tifo gialloblu, mobilitatosi in massa (almeno 400, rumorosissimi, i supporters accorsi da Montegranaro) per spingere verso un traguardo sognato, voluto e alla fine raggiunto con una vittoria dove c’è dentro tutta la stagione della Poderosa: la partenza sprint, il dominio, le difficoltà, la grande paura, l’esplosione di gioia finale. Il volto della vittoria in terra toscana è quello dell’ultimo arrivato: Nelson Rizzitiello, chirurgico 12 mesi fa nel trafiggere la Poderosa con la maglia dell’Eurobasket Roma quest’anno si è fatto decisamente perdonare stritolando le chance bergamasche con le giocate che hanno prima lanciato lo sprint gialloblu e poi tenuto a galla il team veregrense tra le difficoltà del terzo periodo.
Ma non si può dimenticare Eugenio Rivali, autentico computer in campo ed anche ieri determinante nei momenti chiave del match (la palla rubata con canestro in campo aperto a 34” dalla sirena per il 70-62 sono stati il sigillo sulla vittoria veregrense). E sotto le plance impossibile prescindere da Marcelo Dip, limitato dai falli nel secondo tempo ma decisivo nel finale con i due canestri da sotto che hanno tenuto a galla la XL EXTRALIGHT® quando Bergamo era rientrata di nuovo minacciosa nel cuore del quarto periodo. In avvio, invece, erano state le triple di Ousmane Gueye, il mastino con licenza di uccidere, a sciogliere le contratture gialloblu, accendendo la miccia per il parziale che a fine primo quarto diceva 24-13 Poderosa.
Le pazzesche percentuali dall’arco (7/10 al 15’) e i guizzi di un pimpante Manuel Diomede sospingono la fuga, che assume proporzioni più che interessanti già nel cuore del secondo periodo (37-21 al 14’). La Co.Mark si aggrappa coi denti alla partita ma soffre terribilmente sotto canestro l’energia di Alessandro Paesano e di capitan Giorgio Broglia, padrone assoluto sotto le plance. Il -11 di metà partita (41-30) lascia parecchio amaro in bocca perché i gialloblu sprecano tanto nei minuti immediatamente precedenti l’intervallo lungo e puntualmente nella ripresa la musica cambia. Bergamo alza i giri in difesa, la zona 2-3 mette più di qualche patema nell’attacco veregrense e, punto dopo punto, la Co.Mark torna addirittura a -2 (50-48 al 27’).
La Poderosa trema ma trova nei guizzi di Rizzitiello l’ancora di salvezza e con un canestro di Broglia da sotto su assistenza di Francesco Bedetti torna ad ampliare il divario fino al +10 con il traguardo non così lontano. Gli 8’ finali sembrano non passare mai, anche perché Bergamo non arretra di un centimetro. Un canestro e fallo di Pullazi riporta vicinissimo gli orobici (64-62 a 3’ dalla sirena) ma è solo l’ultima fiammata per i gialloneri: Dip giganteggia in post basso e ridà fiato alla torcida gialloblu, Bergamo è alle corde e quando Rivali scippa Berti involandosi solitario a siglare il canestro del +8 i 400 gialloblu sventolano già i biglietti con stampata una grande lettera A.
Montecatini è invasa dalla pacifica festa gialloblu, la serie A2 è finalmente realtà.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2017 alle 12:44 sul giornale del 12 giugno 2017 - 554 letture

In questo articolo si parla di sport, montecatini, promozione, a2, poderosa montegranaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aKd5