Poderosa Montegranaro: intervista a coach Gabriele Ceccarelli

poderosa basket 3' di lettura 09/06/2017 - "Noi vogliamo replicare la bella figura che abbiamo fatto in Coppa Italia, sapendo però che Bergamo non farà la stessa partita che fece contro di noi in quel giorno di marzo".

Vigilia di partenza per la XL EXTRALIGHT®, che nella mattinata di domani salperà alla volta di Montecatini Terme. I veregrensi saranno nel pomeriggio nella città toscana, dove svolgeranno l’ultimo allenamento “vero” prima del match di sabato pomeriggio (ore 18) contro la Co.Mark Bergamo con in palio la serie A2. Roster al completo per coach Gabriele Ceccarelli, eccezion fatta per il lungodegente Raffaele Marzullo (che ha tolto il gesso alla mano e sta effettuando la riabilitazione seguito dallo staff gialloblu), e tanto voglia di agguantare quell’ultima vittoria che manca per festeggiare un traguardo inseguito sin dallo scorso agosto.
Tutte le quattro protagoniste delle Final Four ci arrivano reduci da un 3-0 nelle rispettive finali. Fattore stanchezza eliminato, giusto?
Direi di sì.Tutte le squadre arrivano all’appuntamento con gli stessi giorni di riposo, tutte lavorano da agosto, tutte hanno acciacchi e stanchezza sulle gambe. Lo spirito e le motivazioni faranno la differenza in una due giorni che speriamo sia prima di tutto di bellissima pallacanestro.
Come arriva la Poderosa a questo appuntamento?
Il morale è alto e la voglia di vincere ancora di più. Questi ragazzi lavorano da tanto tempo per riuscire in questa impresa. Sappiamo che a Montecatini le quattro squadre avranno tutte il 25% delle possibilità di farcela, partiamo tutte alla pari. Noi vogliamo replicare la bella figura che abbiamo fatto in Coppa Italia, sapendo però che Bergamo non farà la stessa partita che fece contro di noi in quel giorno di marzo.
Già perché la Co.Mark l’abbiamo battuta nettamente nei quarti di finale di Coppa Italia…
Noi facemmo una partita perfetta, tirando benissimo dal campo. Bergamo, dal canto suo, era senza Ghersetti e Milani, che stavolta ci sarà, e con un Lauwers arrivato da appena cinque giorni mentre ora è un’arma decisiva per loro. Noi proveremo a fare una partita di quello spessore sapendo che sarà difficile ma con l’obbligo di provarci, loro cercheranno la rivincita.
Nell’altra finale si sfidano Agribertocchi Orzinuovi e Generazione Vincente Napoli, la rivincita della finale di Coppa Italia. Che partita sarà, sapendo che in caso di sconfitta potremmo incontrarne una delle due domenica?
Napoli in gara secca è insidiosissima, gioca un basket frizzante e da inizio anno si porta dietro l’etichetta di squadra sfavorita. È da inizio anno che si sente dire che il girone B è il più quotato ma ora questo conta poco: ora si gioca, chi ne ha di più deve vincere.
A Montecatini saliranno in tanti da Montegranaro, con due pullman già pieni più coloro che si muoveranno autonomamente. Cosa vuoi dire ai nostri sostenitori?
Li avevo già ringraziati dopo Pescara e contro Campli hanno replicato in maniera bellissima, riuscendo a farsi sentire eccome nella bolgia del PalaBorgognoni. Montecatini non è così distante da Montegranaro, l’orario è abbastanza comodo per chi magari vuole fare la toccata e fuga. Uno zoccolo di pubblico ci è stato vicino durante tutto l’anno, a volte di più e a volte di meno. Chiedo anche a loro un ultimo sforzo perché i ragazzi se lo meritano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2017 alle 10:33 sul giornale del 10 giugno 2017 - 486 letture

In questo articolo si parla di sport, intervista, coach, poderosa montegranaro, Poderosa Basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKa4





logoEV
logoEV