ICT: più velocità e affidabilità per il network delle Camere di Commercio. Con la fibra ottica la banda ultra-larga arriva in tutti i territori

banda larga 2' di lettura 05/06/2017 - Nel 2016 cresciuti del 30% i volumi di traffico sulla rete InfoCamere

Uso più massiccio del cloud, virtualizzazione dei servizi e maggiore apertura su Internet per rispondere alle esigenze di imprese, professionisti e cittadini. Questi gli elementi alla base dell’aumento del 30% nel volume di traffico registrato sulla rete delle Camere di Commercio nel 2016, a cui InfoCamere fa fronte portando la banda ultra-larga in tutti gli enti camerali.
Nella nuova configurazione – che sarà completata dopo l’estate - tutte le Camere di Commercio saranno collegate ai Data Center InfoCamere di Padova e Milano con velocità da 100 Mbps a 1 Gbps, mentre le 230 sedi distaccate saranno collegate con accessi singoli o doppi e velocità variabili da 6 Mbps a 100 Mbps.
Il nuovo assetto porterà a un miglioramento delle prestazioni della rete grazie:
-all’aumento da 4 a 6 Gbps della banda di accesso su entrambi i Data Center InfoCamere;
-al passaggio di tutte le sedi camerali al collegamento in Fibra Ottica;
-all’adeguamento hardware degli apparati con l’adozione di router di nuova generazione.
Allo scopo di garantire la massima affidabilità, sicurezza e continuità nei servizi quotidianamente erogati dalle circa 12.000 stazioni di lavoro collegate, da oltre 10 anni ICRete si appoggia su due distinte dorsali di rete, la cui gestione è affidata a due diversi operatori selezionati mediante gara europea – attualmente TIM e Fastweb - sulla base di criteri di merito tecnico, qualitativo ed economico.
La tecnologia utilizzata è l'MPLS che, sfruttando i meccanismi di gestione dinamica della banda, permette all'interno della stessa linea la completa integrazione tra le applicazioni.
“La nuova configurazione della rete – ha detto Luciano Frigo, responsabile TLC di InfoCamere – consentirà di innalzare il livello di personalizzazione dei servizi, implementando la Quality of Service (QoS) sia per gestire correttamente il traffico privilegiato, sia per attivare servizi aggiuntivi quali il VoIP e le videoconferenze.L’affidabilità e la disponibilità della rete sono garantiti da livelli di servizio molto elevati, misurati e controllati tramite rigorose procedure di registrazione e gestione delle malfunzioni, di misurazione dei tempi di ripristino e verificati in appositi incontri trimestrali di qualità.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2017 alle 11:47 sul giornale del 06 giugno 2017 - 479 letture

In questo articolo si parla di attualità, banda larga, Camera di Commercio, telecomunicazioni, rete internet

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aJ3R





logoEV
logoEV