"Fermo sui Libri" arriva il quinto appuntamento

3' di lettura 29/05/2017 - Dopo il grandissimo successo di Serena Dandini e del suo viaggio interiore attraverso Parigi, arriva il quinto appuntamento di Fermo sui Libri con un ospite di calibro internazionale: Federico Rampini

Dopo il grandissimo successo di Serena Dandini e del suo viaggio interiore attraverso Parigi, arriva il quinto appuntamento di Fermo sui Libri con un ospite di calibro internazionale che ha fatto del viaggio la sua cifra per capire l'economia, la società e l'identità politica del mondo occidentale e orientale: stiamo parlando del giornalista, saggista e pamphlettista Federico Rampini. Rampini, genovese classe 1956, ha studiato per anni economia, politica e sociologia. Ha iniziato la sua attività giornalistica nel 1977 a Città futura e Rinascita, settimanali in seno al PCI di cui è sempre stato un convinto attivista. Nel 1986 è diventato prima collaboratore, e poi, nel 1991, vicedirettore de Il Sole 24 Ore. Nel 1996 è stato nominato capo della redazione milanese del quotidiano La Repubblica, ed in seguito inviato a Bruxelles (1997-2000), San Francisco (2000-2004) e Pechino (2004-2009), è ad oggi ne è il corrispondente per New York.
Negli anni ha appassionatamente raccontato le vicende oggetto dei suoi viaggi, facendo della conoscenza umana dell'altro la base di ogni sua riflessione politica, di ogni sua analisi sociale e di ogni calcolo economico. È infatti autore di numerosi saggi dedicati alla conoscenza delle problematiche culturali e socio-economiche delle varie zone del mondo, come L'impero di Cindia, L'ombra di Mao e Occidente estremo. Il nostro futuro tra l'ascesa dell'impero cinese e il declino della potenza americana.
A Fermo sui Libri ha deciso di presentare la sua ultima fatica letteraria, Il tradimento. Globalizzazione e immigrazione, le menzogne delle élite, che verte sul racconto dell'incapacità delle élite al potere in Occidente ad affrontare fenomeni umani importanti e complessi, fenomeni che hanno l'aspetto del viaggio verso l'ignoto, verso l'opporunità, verso la dignità, ovvero le immigrazioni dall'Africa e dal Medioriente, e la Globalizzazione non a misura d'uomo, che l'Europa ha multiformemente incensato come necessaria (ai grandi poteri?) e che ora non riesce a supportare davanti alla costatazione che non solo i cittadini dei paesi industrializzati vogliono avere libera circolazione negli stessi.
Queste e altre domande troveranno risposta nel dialogo con Federico Rampini, nella speranza che la riflessione ne generi di più grandi e risolutive per le questioni in esame che riguardano la vita quotidiana delle nostre città.
Prima dell'appuntamento serale, aprirà la giornata di Fermo sui Libri il Caffè Scienza, sempre presso l'Artasylum di Fermo alle ore 18, stavolta con un incontro dal titolo Insalate di Matematica curato anche stavolta dalla prof.ssa Silvia Benvenuti dell'Università di Camerino. Il caffè Scienza è una modalità nuova per parlare di matematica in maniera informale e ludica, un dialogo alla pari in cui non esiste professore o discente.
Stavolta l'ispirazione viene dalla riflessione di Federico Rampini, che usa le sue nozioni di economia e statistica, accompagnati da una buona quantità di sensibilità sociologica ed umanistica, per analizzare il fenomeno del viaggio/migrazione non solo come fenomeno reale e presente, ma anche come proiezione nel futuro e nello spazio-tempo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2017 alle 13:24 sul giornale del 30 maggio 2017 - 688 letture

In questo articolo si parla di libri, cultura, federico rampini, oriana salvucci, fermo sui libri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJQz





logoEV
logoEV