Fermo: Avvicinare i bambini all'opera lirica

2' di lettura 29/05/2017 - Con il progetto "Opera domani" il 29 e 30 maggio a Fermo

Più di 3.500 alunni di scuole primarie e secondarie del territorio del Fermano in due giorni (29 e 30 maggio), divisi in tre turni, sono parte attiva e protagonisti dello spettacolo “Il Barbiere di Siviglia, ossia un vulcano è la mia mente” in scena al Teatro dell’Aquila di Fermo.
Successo anche per questa edizione di “Opera Domani”, il progetto promosso dall’Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura, che vede partecipi gli istituti scolastici del territorio nell’avvicinare i bambini all’opera lirica con una preparazione eseguita a scuola nei mesi scorsi e soprattutto il pieno coinvolgimento dei bambini con il cast e l’orchestra cantando brani e curando l’animazione.
La scuole coinvolte e che assistono allo spettacolo in questi due giorni sono gli ISC di: Fermo (Betti, Da Vinci-Ungaretti, Fracassetti); Montegiorgio, Monterubbiano, Alba Adriatica, Porto S. Elpidio (Rodari-Marconi); Monte Urano, Petritoli, Cupramarittima-Ripatransone; Amandola, Falerone, Montegranaro.
Dopo aver fatto tappa e repliche in tutta Italia, il progetto approda al Teatro dell’Aquila di Fermo per raccontare e far vivere in prima persona l’opera lirica ai più piccoli e rinnovare l’entusiasmo delle nuove generazioni nei confronti di un genere musicale che troppo spesso è percepito come troppo difficile, adatto ad una ristretta élite di appassionati, curato da AsLiCo (Associazione Lirica e Concertistica Italiana), soggetto per la formazione riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, artefice di questa realtà educativa e di spettacolo con “Opera domani”, il format pioniere dell’educazione all’opera per i piccoli che arriva al traguardo dei 21 anni, esportato anche in alcuni paesi d’Europa come Francia, Spagna, Belgio e Germania, e dallo scorso anno, anche in Oman grazie a coproduzioni internazionali.
L’edizione 2017 che festeggia il 21esimo compleanno di “Opera domani” è dedicata a Rossini con il Barbiere di Siviglia, la regia di Danilo Rubeca e la direzione del maestro Michele Spotti. L’innovazione è rappresentata dalla modalità ‘partecipativa’ che ha permesso a bambini e ragazzi di vivere da protagonisti uno degli spettacoli più completi e affascinanti della nostra tradizione artistica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2017 alle 19:57 sul giornale del 30 maggio 2017 - 363 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, scuole, Comune di Fermo, opera lirica, il barbiere di siviglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJRY





logoEV
logoEV