Il Sindaco Loira sospende i T-RED ed è polemica

2' di lettura 14/05/2017 - I T - RED non saranno attivi dal 28 marzo al 30 giugno per le elezioni amministrative? Loira duramente criticato dai sostenitori di Agostini?

Porto San Giorgio: "... L’incresciosa vicenda dei T-Red “sospesi”, guarda caso per il periodo di campagna elettorale, mette, per l’ennesima volta, in luce tutta la distanza tra il sindaco Nicola Loira e la città. A prescindere dalla scelta di sospendere le sanzioni dal 28 marzo al 30 giugno, è inaccettabile il fatto che ad un atto pubblico non sia stata data la giusta visibilità... "
Dalle notizie raccolte sembrerebbe che il Sindaco Loira, nelle vesti istituzionali di primo cittadino, pur firmando un atto pubblico, non abbia dato il giusto risalto al provvedimento tenendone all’oscuro tutta la cittadinanza.
"Di lui - si legge nella mail pervenuta a questa redazione - i sangiorgesi dovrebbero fidarsi? Alla faccia della fiducia richiesta. Il Provvedimento in questione è stato trattato come uno scritto privato, come una missiva di un regnante in barba alle tasche dei suoi sudditi..."
La sospensione delle sanzioni da T-Red - viene spiegato nella nota - è dovuta ad un sovraccarico di lavoro per la Polizia Municipale che è sottodimensionata rispetto agli adempimenti di cui deve farsi carico.
"... Ma non era forse quest’Amministrazione - si legge ancora nella mail - a dire che aveva fatto passi in avanti sull’argomento sbandierando assunzioni su assunzioni? Loira sostiene che la Municipale ha maggiori incombenze “per le festività pasquali”, per “le celebrazioni del Santo Patrono San Giorgio”, “ per i molteplici cantieri stradali riguardanti la realizzazione di opere pubbliche” e “una serie di manifestazioni programmate prossime all’estate”. Ecco il quadro ben delineato: Loira si rimangia i T-Red non perché c’è una Città sulle barricate contro i suoi semafori spilla-soldi ma per carichi lavorativi comunali di cui un amministratore dovrebbe conoscere le ripercussioni all’atto della programmazione. Ma non basta: oggi scopriamo un Loira capace addirittura di allungare le festività pasquali e la festa del Santo Patrono dal 28 marzo al 30 giugno. Altro che regnante, siamo dinanzi a un Imperatore: tre mesi di feste. Peccato per lui che da giugno avrà ben poco da festeggiare perché nessuno può permettersi di trattare i Sangiorgesi come sudditi ignoranti da tenere soggiogati a colpi di sanzioni e segreti amministrativi che, però, cari ci costano. Basta con i danni e soprattutto con le beffe."








Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2017 alle 19:31 sul giornale del 15 maggio 2017 - 1836 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJk6