Capodarco di Fermo: al Teatro Nuovo l'attrice Lavinia Grizi, presenta un riadattamento della piece teatrale "La voce umana". 

1' di lettura 12/05/2017 - Sabato 13 e Domenica 14 maggio alle ore 17 e alle ore 21 l'attrice dopo i successi degli spettacoli a Montecitorio, un riadattamento della piece teatrale "La voce umana" a Capodarco

La voce umana di Jean Cocteau è un testo indiscutibilmente complesso, doppiamente difficoltoso da interpretare in quanto, da un lato, impegna l’interprete a dare voce e animo anche al personaggio invisibile dell’uomo, dall’altro richiede un’autenticità assoluta dei sentimenti, per evitare di cadere in un’atona ripetitività.
Una donna in una camera con poltrona, tavolo e telefono tenta invano di trattenere a se il suo amante che sta per sposare un'altra. Il monologo telefonico rivela, nel procedere, risvolti sempre più amari mostrando come la donna, abbandonata, si riscopra priva di appigli e di amicizie, sola al punto da disperarsi e tentare il suicidio, prostrata dall’impotenza nei confronti dell’epilogo imminente della storia d’amore con l’uomo all’altro capo del filo.
Abbassare la cornetta rappresenta un atto distruttivo, che nega l’esistenza stessa della donna e decreta la vittoria dell’impossibilità/incapacità di comunicare. Rifiutare il dialogo, in questo testo, significa imporre il silenzio e la morte.
Ingresso 10 euro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2017 alle 13:20 sul giornale del 13 maggio 2017 - 825 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, fermo, Capodarco, cinema metropolis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJg6





logoEV
logoEV