Come investire i propri soldi per il futuro

2' di lettura 11/05/2017 - E’ opinione diffusa che se non si dispone di cifre elevate non valga neanche la pena di iniziare ad investire; così non è.

Fermo: In realtà, anche cifre modeste accantonate con regolarità e gestite in modo opportuno possono far raggiungere rendimenti inaspettati. Piccoli importi che, anziché essere lasciati in conto corrente, possono essere versati con continuità in un Piano di Accumulo del Capitale (PAC), strumento ideale per capitalizzare il proprio risparmio in formazione. Poiché il PAC può essere sottoscritto versando anche cifre ridotte, risulta essere uno strumento alla portata di tutti coloro che vogliono iniziare ad investire, ma non possono farlo con altri strumenti perché non raggiungono il controvalore iniziale richiesto, o per l’alta incidenza delle spese fisse. Al momento della sottoscrizione del PAC si stabiliscono: durata, periodicità del versamento (mensile, trimestrale o semestrale), importo iniziale e versamenti successivi. Il PAC è caratterizzato da un’elevata flessibilità in quanto si possono saltare uno o più versamenti, interrompere l’alimentazione per un periodo determinato o indeterminato (con la possibilità di riprendere gli accantonamenti). Inoltre, si può decidere di liquidare in parte o totalmente l’investimento prima della scadenza senza vincoli o penali. Il PAC, se pianificato per tempo, permette di risparmiare quasi “senza accorgersene” cifre importanti con l’obiettivo di finanziare progetti di medio-lungo periodo, come le spese per l’istruzione dei figli, l’acquisto di un’autovettura, spese per una ristrutturazione, ecc. L’investimento automatico come il PAC, grazie agli ingressi frazionati nei mercati finanziari, consente di mediare i prezzi d’entrata abbassando il rischio di investire in una fase di mercato poco favorevole. Chi sottoscrive un PAC, anche se non è costretto a farlo, può più facilmente portare avanti il proprio investimento con costanza e profitto grazie all’automatismo dei versamenti, che solleva psicologicamente l’investitore dall’onere di dover decidere di volta in volta se investire o meno. Pochi euro al mese, quindi, se convogliati su un Piano di Accumulo del Capitale possono diventare una significativa risorsa finanziaria per la realizzazione dei nostri progetti futuri.


I suggerimenti del Consulente Finanziario  
Paolo Berdini
paolo.berdini@pec.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2017 alle 15:28 sul giornale del 12 maggio 2017 - 2394 letture

In questo articolo si parla di economia, anso, risparmio, unicredit, soldi & Risparmi, consulenza, investimenti, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJe9

Leggi gli altri articoli della rubrica Soldi & Risparmi





logoEV
logoEV