Capodarco di Fermo: Osserviamo gli uccelli migratori

2' di lettura 11/05/2017 - Sabato presso l'oasi di Capodarco verrà effettuato l'inanellamento

Capodarco di Fermo: Il 10 maggio scorso è stato celebrato in tutto il mondo la “Giornata mondiale degli uccelli migratori”, campagna annuale che promuove la conservazione degli uccelli migratori e dei loro habitat, nel rispetto della Convenzione sulla Conservazione delle Specie Migratrici della Fauna Selvatica (CMS) e dell’Accordo sulla Conservazione degli Uccelli Acquatici Migratori Afro-Euroasiatici (AEWA); due trattati internazionali amministrati dal Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP). “Il loro futuro è il nostro futuro” rappresenta il tema comune che unisce tutte le attività organizzate per il World Migratory Bird Day di quest’anno.
Secondo il rapporto delle Nazioni Unite, 1200 uccelli sono stati in pericolo di estinzione nell’anno 2010. La giornata quindi è l'occasione per invitare i governi, le organizzazioni e gli individui per salvare e preservare le specie che sono in pericolo, come alcune specie di uccelli migratori.
La campagna del 2017 mira a sensibilizzare sulla necessità di una gestione sostenibile delle nostre risorse naturali per dimostrare che la conservazione degli uccelli, che sono indicatori ecologici, è anche cruciale per il futuro dell'umanità. Le celebrazioni oltre al giorno 10 maggio, sono previste, in genere, per il secondo fine settimana di ogni anno.
L’associazione “Ornitologi Marchigiani”, che coinvolge ornitologi e appassionati di tutta la regione Marche, con sede a Macerata (Via Verdi 10/A), sito www.ornitologimarchigiani.it gruppo FB, ha organizzato per l’occasione una serie di uscite sul campo e una serata di incontro e discussione incentrata sugli uccelli migratori e sui punti “caldi” del Mediterraneo ove essi vengono illegalmente catturati e abbattuti (Malta, Cipro, Francia, Italia, ecc..). Oltre all’incontro serale si che si è svolto a Civitanova Marche Alta (MC), nei locali del Circolo Fotografico Civitanovese “Il Faro” (Via del Mercato 8), per il 13 maggio sono previste uscite in contemporanea in varie località, ore 09.00 - 18.00 ove si potrà effettuare birdwatching oppure assistere ad una sessione d’inanellamento (Gola del Furlo (PS), Parco S. Bartolo (PS), Litorale Senigallia (AN)- Aree del Maceratese, interne e/o litorale (MC) – Oasi di Capodarco – Fermo (FM), Riserva Reg.le “la Sentina” (AP). Per l’occasione, la partecipazione è gratuita e l’evento è aperto a tutti. Per comunicazioni e informazioni è possibile scrivere all'indirizzo email: info@ornitologimarchigiani.it oppure chiamare ai cell. 3285661839 - cell. 3284454824 - 3339762390.
Vivere in prima persona questo evento mondiale è una bellissima opportunità, non solo per conoscere gli uccelli migratori e i loro habitat ma anche per sensibilizzarsi sul valore e importanza di tutelarli, perché, proprio come dice il tema scelto per quest’anno dal WMBD (World Migratory Bird Day), “Il loro futuro è il nostro futuro”! Il CD di Ornitologi Marchigiani


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 11-05-2017 alle 17:46 sul giornale del 12 maggio 2017 - 1678 letture

In questo articolo si parla di attualità, uccelli, migrazione degli uccelli veleggiatori, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJfo





logoEV
logoEV