Basket: XL Extraligt Montegranaro-Mastria Vending Catanzaro 79-64

3' di lettura 01/05/2017 - Iniziano nel migliore dei modi i playoff della XL EXTRALIGHT®, che batte a domicilio la Mastria Vending Catanzaro in gara 1 dei quarti di finale.

Tutto facile per i gialloblu, che controllano il match dall’inizio alla fine rischiando pochissimo contro la pur volitiva formazione calabrese e mettono così in carniere il punto dell’1-0 nella serie.
I gialloblu, che non hanno schierato Rivali (in panchina solo ad onor di firma causa contrattura al polpaccio), oltre che per la vittoria possono sorridere per il positivo rientro di Dip, out per l’infortunio al ginocchio da oltre un mese e tornato al centro dell’area veregrense con una prova da 7 punti e 8 rimbalzi. Ma le note liete arrivano anche dal due Gueye-Rizzitiello, che con 18 punti e quattro triple a bersaglio a testa hanno spazzato via i catanzaresi, ben coadiuvati da un Diomede bravo ad alternare soluzioni personali e gioco per i compagni (12 punti e 7 assist) e un Broglia silenzioso al tiro ma dominante sotto le plance (3 punti con 1/2 al tiro, 16 rimbalzi e 5 assist).
Di fatto la partita dura solo quel paio di minuti che la Poderosa impiega per accendersi. Ai due canestri del temuto Carpanzano risponde Rizzitiello con altrettante realizzazioni, poi il resto lo fa la difesa gialloblu, capace di tenere Catanzaro ad appena 8 punti nei primi 10’. La XL EXTRALIGHT® accumula pian piano un vantaggio che si dilata a dismisura (39-14 al 17’), poi i veregrensi levano il piede dall’acceleratore e gli ospiti provano ad approfittarne confezionando un break di 0-11 con l’intervallo lungo di mezzo che li riporta addirittura a -11 (41-30 al 22’).
Paura? Neanche per sogno: Rizzitiello e Gueye fanno piovere triple sulla rocciosa difesa dei giallorossi, che precipitano di nuovo oltre i venti punti di svantaggio e non riemergono più, riuscendo comunque nei minuti finali a contenere il divario.
Ora un Primo Maggio di meritato riposo per la Poderosa, che però non ha troppo tempo per rifiatare: giovedì sera (ore 20.30) c’è gara 2 a Catanzaro e già mercoledì mattina la squadra partirà alla volta della Calabria per cercare di chiudere i conti e volare in semifinale senza doversi giocare l’eventuale bella (che si disputerebbe al palas di via Martiri d’Ungheria domenica prossima alle ore 18).
Piccola curiosità: il match, su indicazione degli arbitri, è iniziato con 10 minuti di ritardo a causa dei problemi di visibilità in alcune zone del campo creati dai raggi di sole che entravano dalle finestre del palasport di via Martiri d'Ungheria. Si è così deciso di attendere che il sole si abbassasse un po’ prima di dare il via alla gara.
Queste le parole di coach Ceccarelli a fine partita: “Buona la prima. Abbiamo approcciato bene questi playoff, pur se abbiamo disputato una partita con alti e bassi a livello mentale. Troppe volte abbiamo attaccato e staccato la spina. Può aver influito anche il fatto che ho voluto fare tante sostituzioni per non sovraccaricare troppo i giocatori in vista di una settimana che sarà molto impegnativa. In ogni caso, ci teniamo stretti il risultato, che è stato sì piuttosto ampio ma che ci deve far entrare nell’ottica del fatto che giovedì a casa sua Catanzaro potrà dare molto filo da torcere. Loro non sono magari una squadra con enorme talento offensivo, ma hanno una grande solidità difensiva ed una fisicità importante. Ora riposiamo un giorno ma da martedì ci tuffiamo su gara 2”.
MONTEGRANARO: Dip 7, Paesano 6, Rivali ne, Bedetti 9, Broglia 3, Callara, Rizzitiello 18, Di Viccaro 6, Gueye 18, Diomede 12. All.: Ceccarelli.
CATANZARO: Carpanzano 10, Calabretta 3, Naso 10, Guadagnola 4, Monacelli 16, Di Dio 2, Latella, Morici 6, Medizza 13, Dell’Uomo.All.: Pullano.
ARBITRI: Bonetti e Cassinadri.
PARZIALI: 23-8, 18-18, 26-22, 12-16.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2017 alle 22:10 sul giornale del 02 maggio 2017 - 697 letture

In questo articolo si parla di sport, Pallacanesto, poderosa montegranaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIV7





logoEV
logoEV