P.S.Elpidio: Venti Africani all’Harmonized, domenica il sound di Clap! Clap! e dj Khalab

2' di lettura 27/04/2017 - Nel pomeriggio a Civitanova la presentazione del libro di Raffaele Costantino

Il mal d’Africa di Battiato avvolge l’Harmonized, il club di Porto Sant’Elpidio per l’ultima domenica del mese, il 30 aprile.
Un altro appuntamento della programmazione targata Euritmia e due artisti della consolle ispirati liberamente al continente più nero del mondo. È un gradito ritorno, quello di Clap! Clap!, il giovane talento fiorentino, uno dei nomi più chiacchierati dell’anno, che ha appena siglato il contratto con la prestigiosa etichetta Warp e si appresta a regalare al pubblico del club di Via Mar Egeo un live tra ricerca e campionamento sfrenato di sample provenienti dal continente africano. Il risultato è un sapiente mix di ritmi tribali e moderne sonorità dance.
A seguire, il sound di Raffaele Costantino in arte Dj Khalab artista tutto italiano, romano per la precisione con la mission di rielaborare e sintetizzare in chiave elettronica contemporanea tutto quello che il vastissimo patrimonio musicale africano ha da offrire. Ad oggi è indiscutibilmente uno degli artisti più interessanti ed eclettici del panorama elettronico italiano: ne sono una prova le sue pubblicazioni e la recente apparizione su Ninja Tune.
A scaldare la serata il duo Discodella. Nel pomeriggio invece, alle ore 18.00 presso Bootleger no.152 a Civitanova Marche, un aperitivo molto particolare sempre in stile Harmonized. Raffaele Costantino, in arte dj Khalab, prima di affrontare la serata presenta, moderato da Damir Ivic giornalista musicale de Il Mucchio Selvaggio e Soundwall, il suo libro “Storia di una playlist. Playlist di una storia” edito Arcana.
Un affascinante percorso all’interno di un atto d’amore e cioè quello che genera una playlist. Un attraversare, ricordi, racconti di sé e di storie altre, inclinazioni palesi e gusti musicali celati, in una narrazione che porta il dj a scegliere e costruire mondi sonori. Si toccano così personaggi e tanti percorsi artistici tra i quali quelli di Flying Lotus, Thom Yorke, James Blake, Madlib e Donald Byrd.
Se le parole raccontano la musica e i percorsi, i cocktail serviti nel pomeriggio assieme all’aperitivo andranno a tracciare il profilo di alcuni artisti toccati dal libro. ​








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-04-2017 alle 14:28 sul giornale del 28 aprile 2017 - 647 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, emanuela sabbatini, harmonized

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIOT





logoEV
logoEV