P.S.Giorgio: "dal Bel Mare al Bel Monte" tra il kartodromo e Monterubbiano

2' di lettura 26/04/2017 - Una splendida domenica di sole ha salutato le oltre 60 interessanti vetture d’epoca partecipanti alla 20^ edizione del raduno “…Dal bel mare al bel monte…”, organizzato dal CAEM-Lodovico Scarfiotti (Circolo Automotoveicoli d’Epoca Marchigiano).

La manifestazione, ideata dal socio fermano Gianfilippo Bugiardini nel lontano 1997 è passata operativamente nelle mani del consigliere Enrico Cisbani che ha continuato la tradizione culturale-sportiva con l’impegno cronometrico in due fasi all’interno del kartodromo “Dino Ferrari” di Fermo. Gli equipaggi hanno raggiunto attraverso un panoramico percorso collinare con ampie viste sulla costa e sul territorio fermano, la minuscola e suggestiva Monterubbiano, dove i partecipanti hanno potuto compiere diverse visite nel cuore del centro storico. Il Teatro Comunale Pagani dedicato al pittore locale Vittorio Pagani vissuto nel XVI secolo, il Polo Culturale San Francesco che si sviluppa con diverse aree espositive sugli spazi di un antico convento francescano, fino al singolare Museo delle Bambole collocato nella sede comunale grazie ad una donazione privata della signora Pia Desideri.

Ai partecipanti non è sfuggita la bellissima Sala Consiliare illuminata da bifore con vetri policromi, che caratterizzano la linea romanico-gotica del Palazzo Comunale del XIV secolo. La visita a Monterubbiano ha inframezzato le 16 prove di regolarità a cronometro che hanno visto prevalere il treiese Andrea Carnevali su Alfa Romeo Spider 2000 del 1972, davanti al settempedano Pietro Caglini su Lancia Fulvia HF del 1969 e al perugino Antonio Castellucci su Lancia Fulvia Coupè del 1974. Il 6° Memorial Arnaldo Giammarini, intitolato al campione sangiorgese di automobilismo, è stato consegnato dalla vedova Angela Cattini al vincitore assoluto Andrea Carnevali. Caglini si è distinto nella classifica delle vetture “post 60”, mentre la categoria “ante 60” ha visto la vittoria del fermano Alessandro Marziali su Lancia Appia I serie del 1955. L’aretina Rita Magnanini, partecipante storica delle manifestazioni CAEM, su A112 Abarth del 1974, ottima quarta assoluta, si è aggiudicata la classifica femminile. L’esperto e plurititolato Gianpaolo Paciaroni è scivolato indietro in classifica per un inopinato arresto del motore durante le prove.

La manifestazione si è conclusa con il pranzo a Porto San Giorgio e con la nuova dirigenza che ha invitato tutti a partecipare al prossimo appuntamento del CAEM, il 24° Giro delle Abbazie in programma il 28 maggio, e che si svilupperà nella zona del fabrianese.

Classifica assoluta: 1° Andrea Carnevali (Alfa Romeo Spider 2000/1972) p.126; 2° Pietro Caglini (Lancia Fulvia HF/1969) p.152; 3° Antonio Castellucci (Lancia Fulvia Coupè/1974) p.192; 4° Rita Magnanini (A112 Abarth/1974) p.219; 5° Luigino Senigagliesi (Lancia Appia Lusso/1960) p.237; 6° Alessandro Marziali (Lancia Appia I serie/1955) p.318; 7° Mario Beccerica (Lancia Flaminia Touring Convertibile/1963) p.426; 8° Giovanni Del Turco (Lancia Fulvia Coupé/1974) p.454; 9° Sergio Carducci (Autobianchi Bianchina Trasformabile/1960) p.505; 10° Alessandro Cochetti (Alfa Romeo GT/1970) p.517.


dal Caem

Circolo automotoveicoli d'epoca marchigiano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2017 alle 10:16 sul giornale del 27 aprile 2017 - 1130 letture

In questo articolo si parla di attualità, caem, circolo automotoveicoli epoca marchigiano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIMa





logoEV
logoEV