Monte San Pietrangeli: Opportunità perse da Amministrazioni presenti e passate poco attente o il Gal chiude le porte al piccolo centro calzaturiero?

2' di lettura 07/04/2017 - Comuni come Rapagnano, Francavilla d'Ete e Torre S. Patrizio fanno parte del GAL e Monte San Pietrangeli ne è fuori. Paesi con le stesse caratteristiche morfologiche non particolarmente distanti gli uni dagli altri per reddito pro capite annuo eppure, nei fatti, con opportunità e trattamenti diversi

Monte San Pietrangeli: Si legge da un comunicato stampa della CNA di Fermo che la stessa, in collaborazione con Fidimpresa Marche e il GAL Fermano organizzano per il prossimo 12 aprile un incontro in cui saranno illustrate le modalità per accedere a contributi a fondo perduto disciplinati nei prossimi bandi emessi dal Gal Fermano; l'incontro è rivolto a professionisti, imprenditori e chiunque sia interessato ad avviare una attività di impresa.
Per chi non lo sa, il GAL è stato costituito nel 2007 e la cosa singolare è che mentre tra i tanti Comuni del fermano (per la precisione 32) Rapagnano, Francavilla d'Ete, Magliano di Tenna e Torre San Patrizio ne fanno parte, il Comune di Monte San Pietrangeli non ha ancora aderito a distanza di 10 anni.
Eppure il GAL si propone di incentivare le vocazioni rurali del territorio, di promuovere l'immagine complessiva dei Comuni aderenti che rappresenta contribuendo a far conoscere la qualità delle loro produzioni agricole e manifatturiere.
Le principali linee di intervento del Gal sono la realizzazione di una rete territoriale per l'accoglienza turistica e la valorizzazione del binomio prodotto-territorio con la creazione di una rete per l'esposizione, la degustazione e la vendita di prodotti tipici locali avvalendosi di servizi telematici in rete.
Il Gal ha inoltre l'interesse a valorizzare la cooperazione inter territoriale e punta ad esaltare gli elementi storico-culturali del territorio attraverso la creazione di itinerari turistico degustativi; mira a sviluppare il segmento dell'eco-turismo mettendo in rete i centri di accoglienza turistica con lo scopo di organizzare un'offerta integrata e di qualità.
Dunque, se quelli descritti sono gli obiettivi e la mission del GAL, viene da chiedersi perché si resta fuori da un organismo tale soprattutto in momenti di magra finanziaria mai così marcata come in questi tempi per gli Enti locali.
Come mai Monte San Pietrangeli ne è restato fuori e continua a starne fuori? I giovani imprenditori del comune calzaturiero per eccellenza, figli di un Dio minore?


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2017 alle 19:43 sul giornale del 08 aprile 2017 - 1680 letture

In questo articolo si parla di economia, finanziamenti a fondo perduto, articolo, lorenzo bracalente, gal

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIiV





logoEV
logoEV