Monte San Pietrangeli: I paladini della trasparenza impiegano dieci mesi per concedere una password alla minoranza

3' di lettura 02/04/2017 - Sono trascorsi più di tre mesi da quando la ditta esecutrice dei lavori, il Sindaco e la minoranza hanno effettuato il sopralluogo per gli attraversamenti pedonali; intanto si brinda per l'approvazione di un Bilancio blindato per un debito che andava gestito in maniera diversa.

Monte San Pietrangeli: L'amministrazione si autoglorifica con un comunicato stampa pubblicato anche su questo quotidiano on line per l'approvazione del suo primo Bilancio come se fosse inconsapevole che un diverso esito avrebbe decretato la propria decadenza.
L'Assessore al Bilancio Fonti spiega che nel corso dell'anno verranno fatti diversi aggiustamenti come se questo modo di operare possa essere un vanto; forse è ignaro del fatto che una buona amministrazione non naviga a vista ma programma per un periodo medio lungo senza dover procedere con continue modifiche come ha lasciato intendere di voler fare.
Ci si autoincenza come per la riapertura del teatro comunale resa possibile grazie ai contributi di diverse aziende ma, mentre ci si preoccupa di invitare il Senatore Ceroni e la Presidentessa della Provincia di Fermo, non un invito nè formale nè informale al gruppo di minoranza.
Al di là di questo, con il Bilancio approvato, ora, non ci saranno più scusanti per ritardare una derattizzazione già sollecitata dalla minoranza come pure la pulizia dei tombini ed una maggiore attenzione per gli schiamazzi notturi (per usare un eufemismo) in via Luigi Fontana.
E' vero, e va detto per correttezza, che l'attuale Amministrazione ha ereditato una sorta di disastro economico finanziario ma ciò non la scusa di fronte al fatto che dopo aver fatto proclami in campagna elettorale con sceneggiate teatrali sulla trasparenza amministrativa (chiaro adempimento di legge che, se disatteso, è anche sanzionabile), ha impiegato 10 mesi per dare una userid ed una password di accesso alla minoranza per consentire a questa di accedere agli applicativi contabili ed amministrativi per svolgere l'effettivo controllo sull'attività dell'Ente. Controllo che è tra le pochissime funzioni fondamentali che può svolgere un consigliere comunale.
Merita la dovuta attenzione anche la "pseudo difficoltà" che l'attuale Amministrazione sta trovando nel trasmettere alla Provincia di Fermo un progetto per la realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati in due vie del paese che dovranno fungere da dissuasori di velocità.
Una telenovela che dura da più di tre mesi. Un progetto per altro già avallato informalmente dai tecnici della Provincia.
Non piace forse l'idea che la minoranza ha, nel frattempo, costituito un'Associazione ed ha trovato il modo di reperire le risorse finanziare per realizzare un'opera che aveva nel suo programma elettorale? Forse è più conveniente per l'Amministrazione seguire l'esempio di qualche Comune vicino che, per rimpinguare le proprie casse, ha scelto la via più semplice e furba di installare gli autovelox a danno di chi, mentre guida, magari preso da mille e mille questioni di lavoro, dimentica di guardare il contachilometri che nel frattempo ha superato seppure di poco i 50 o addirittura i 30 km orari?


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2017 alle 16:38 sul giornale del 03 aprile 2017 - 1878 letture

In questo articolo si parla di politica, Comuni, amministrazione trasparente, articolo, lorenzo bracalente e piace a bracalente_lorenzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aH7g





logoEV
logoEV