Fermo:Lasciare i soldi sui conti correnti è sempre una valida soluzione?

2' di lettura 31/03/2017 - In realtà la liquidità ha un ben preciso rapporto fra costo, opportunità e rendimento al pari di ogni altro investimento in prodotti finanziari

Fermo: Un luogo comune tra i risparmiatori è che lasciare la liquidità sul conto corrente bancario sia una valida alternativa ad investire.
Infatti, nella percezione comune, la liquidità è sempre stata una scelta neutrale: nessun rendimento ma anche nessun rischio, nessun guadagno ma anche nessuna perdita.
Ma siamo proprio sicuri che sia ancora così? Soprattutto oggi, di fronte al superamento degli strumenti di risparmio tradizionali, non dobbiamo dimenticare che la liquidità è soggetta a imposizione fiscale, nella misura di una piccola imposta di bollo fissa sui conti correnti che, per i conti deposito, diventa proporzionale al controvalore detenuto. Inoltre, eventuali interessi, quando previsti, sono anche essi tassati e come ogni altra rendita finanziaria hanno aliquota fiscale al 26%.
E quando, come spesso accade in questi ultimi anni, gli interessi sui conti correnti non ci sono? Un capitale non remunerato può essere soggetto alla perdita di potere d’acquisto, ad esempio da un calcolo su dati ISTAT, negli ultimi 10 anni la perdita del potere di acquisto è stata pari al 13%, vale a dire che 10.000 euro iniziali oggi valgono 8.300 euro a prezzi reali. La liquidità insomma, percepita come una scelta totalmente neutrale, in effetti lo è solo apparentemente.
In realtà la liquidità ha un ben preciso rapporto fra costo, opportunità e rendimento al pari di ogni altro investimento in prodotti finanziari. Significa che le disponibilità di conto corrente sono a tutti gli effetti un asset che deve rientrare nella pianificazione finanziaria e che quindi va quantificata la corretta porzione di liquidità all’interno di una più completa e diversificata asset allocation. Questo implica la necessità di impostare una strategia che risponda ad obiettivi personali ed esigenze di breve, medio e lungo periodo, ma soprattutto che rispetti il reale profilo di rischio/rendimento di ogni investitore.


I suggerimenti del Consulente Finanziario  
Paolo Berdini
paolo.berdini@pec.it





Questo è un articolo pubblicato il 31-03-2017 alle 11:10 sul giornale del 01 aprile 2017 - 1810 letture

In questo articolo si parla di economia, soldi, consulenza, risparmi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aH4z





logoEV
logoEV