P.S.Elpidio: “Ritorno a Tiamat”, ecco la 3ª edizione del festival vegano

2' di lettura 27/03/2017 - “Ritorno a Tiamat”: un titolo molto significativo per questa 3ᵃ edizione del festival vegano che, dopo un anno di assenza, torna a casa nella città che per prima lo aveva accolto. L’appuntamento è per sabato 1 e domenica 2 aprile a Villa Baruchello, grazie al lavoro sinergico dell’Assessorato al Turismo di Porto Sant’Elpidio e l’associazione Vegan Place.

Tiamat era il nome che gli antichi Sumeri diedero al pianeta Terra e viene citato proprio nel tentativo di riappropriarsi dell’antica relazione dell’uomo con il nostro pianeta, tentativo di cui la cultura vegana si fa promotrice. L’obiettivo è quello di maturare una nuova consapevolezza non solo per quanto riguarda il rapporto con il cibo, ma anche con la salute, l’ecologia ed il rispetto delle altre specie viventi. Per questo la manifestazione non sarà incentrata soltanto sulle scelte alimentari, ma garantirà un ampio spettro di approfondimenti su diverse tematiche.

«Le numerose conferenze saranno trasversali. Ci saranno anche occasioni olistiche, corsi di cucina, un mercatino, degli stand di street food e tanto altro. Gli interventi sono a cura di nomi di grande rilievo e spessore, soprattutto all’interno delle comunità vegana. Cito tra tutti il dottor Vasco Merciadri, l’economista Salvatore Tamburro, il senatore attivista vegano Lello Ciampolillo e lo chef Mauro Garbuglia che propone ricette vegan da trent’anni» spiega Luca Pino, presidente di Vegan Place. Un festival quindi molto vario che cerca di promuovere e far conoscere una realtà che, sebbene di nicchia, risulta in forte crescita.

«Questa manifestazione mi sta molto a cuore e sono contenta che sia tornata a Porto Sant’Elpidio da dove era partita. La nostra amministrazione ha sempre proposto moltissime iniziative di enograstronomia e di valorizzazione della cucina locale e la cultura vegana era il tassello del puzzle che mancava per poter offrire non solo ai cittadini, ma anche ai turisti, la possibilità di scegliere a 360º. Il Vegan Festival ha aperto la strada anche a nuove prospettive commerciali: già dalla prima edizione alcune attività locali hanno scelto di acquisire un noto marchio, il “Vegan Ok”» afferma l’Assessore al Turismo di Porto Sant’Elpidio Milena Sebastiani.

L’ingresso alla manifestazione sarà gratuito in entrambe le giornate e permetterà ai partecipanti di avere una visione della vita così com’era nell’antica Timat.
È possibile trovare il programma completo nel sito www.apertamentis.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2017 alle 11:16 sul giornale del 28 marzo 2017 - 1728 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Porto Sant'Elpidio, vegan, rispetto animali, ambiente e territorio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHR5





logoEV
logoEV