Campiglione: nuovo Ospedale, la Regione diventa proprietaria dell'area in cui sorgerà.

Ingresso ospedale pronto soccorso 1' di lettura 02/03/2017 - Sulla realizzazione del nuovo ospedale che sorgerà a Campiglione di Fermo si procede a grandi passi. Il Comune di Fermo ha infatti emesso il decreto di esproprio delle aree su cui esso nascerà. Una nuova tappa dell’iter avviato, che segue la sottoscrizione avvenuta nel gennaio del 2016 dell’accordo di programma tra il Comune di Fermo, la Provincia e la Regione Marche.

“Una significativa quanto celere fase - ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro - che permetterà concretamente di rendere più spedito l’iter per la realizzazione del nuovo ospedale. Il Comune di Fermo da parte sua ha espletato tutte quelle procedure tecnico-amministrative funzionali all’inizio dei lavori e avere la disponibilità delle aree. E’ un passo importante per una città che cambia, che si apre al futuro e che a Campiglione vedrà anche l’insediamento di un’importantissima attività produttiva di un marchio prestigioso come Nero Giardini”.

“Un passaggio fondamentale – ha dichiarato l’Assessore regionale al bilancio Fabrizio Cesetti - che consente alla Regione Marche di diventare proprietaria di tutti i terreni, propedeutici alla realizzazione della struttura ospedaliera e della relativa viabilità. Questo passaggio consentirà quindi alla Regione di immettere la ditta Carron nel possesso dell’area per la predisposizione del cantiere ed il conseguente avvio dei lavori”.
Come noto si tratterà di una struttura ospedaliera moderna, con 329 posti letto, con percorsi diagnostici e terapia. Sorgerà su una superficie di 41.439 metri quadrati, di cui 32.049 per la degenza e i servizi sanitari, servita da altri 29.049 metri quadrati di parcheggi, con una nuova viabilità di accesso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2017 alle 09:22 sul giornale del 03 marzo 2017 - 380 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo, nuovo ospedale, nero giardini, Fabrizio Cessetti, paolo calcinaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGZf





logoEV
logoEV