Fermo: il comitato civico mette in dubbio la sorveglianza sullo smaltimento dei rifiuti

discarica 2' di lettura 13/02/2017 - Il Comitato Civico – discarica di San Biagio, in collaborazione con le associazioni Isde e Acu, ha presentato in conferenza stampa gli ultimi dati acquisiti sullo stato pietoso della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nel territorio Fermano. Il materiale è stato presentato alla Procura, ai carabinieri e alla Guardia di finanza.

Nei saloni del Caffè Belli il Comitato Civico – discarica di San Biagio, in collaborazione con le associazioni Isde e Acu, ha presentato gli ultimi dati acquisiti, correlati di video, sullo stato pietoso della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti nel territorio Fermano.
Il presidente RENATO ROSSI si chiede che senso abbia imporre la differenzata se poi da quanto emerso dai dati raccolti, si ammassa tutto insieme. "L’obiettivo dei comuni è raggiungere il 65% di differenziata – dice Rossi – questo dovrebbe portare a ridurre i rifiuti da conferire in discarica. Per quale motivo, allora, l’Asite ha presentato un progetto di ampliamento di San Biagio? Se i cittadini producono meno rifiuti, dovrebbero pagare meno tasse per lo smaltimento, invece viene loro chiesta la stessa cifra e forse di più per fare fronte alle spese che i comuni sostengono per fare la differenziata.”
La conferenza stampa è stata organizzata appunto per fare luce su questi incresciosi fatti. Dopo segnalazioni continue da parte dei cittadini, il Comitato ha messo in moto la fase 5 del progetto di supervisione della discarica. Anche grazie a segnalazioni del personale coinvolto, è apparso evidente che i rifiuti vengono semplicemtne mescolati: fra dicembre e gennaio sono state fatte inoltre delle riprese fuori dall’impianto e i video mostrano purtroppo una verità imbarazzante: i rifiuti urbani, caricati dai cassonetti di paesi e città, non subiscono trattamenti o controlli. Ora l’indignazione verte soprattutto sulla mancanza di controllo dell’impianto, poichè come previsto dal ministero dell’Ambiente, ogni carico di rifiuti deve essere oggetto di ispezione prima e dopo lo scarico.
Il materiale è stato presentato alla Procura, ai carabinieri e alla Guardia di finanza per integrare l’esposto già presentato.






Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2017 alle 10:30 sul giornale del 14 febbraio 2017 - 734 letture

In questo articolo si parla di discarica, fermo, controlli, smaltimento di rifiuti, smaltimento abusivo, Comitato Civico, guardia di finanza fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGnR





logoEV
logoEV