In tutta la provincia frane, smottamenti, fango e pericolo fiumi in piena

fiume foglia 5 marzo 2015 1' di lettura 10/02/2017 - Il maltempo di questi giorni ha causato diverse frane e problemi alla viabilità in molte parti della provincia. Anche dal fronte dei fiumi Ete e Tenna la situazione è tenuta strettamente sotto controllo per il rischio piena.

Frane, smottamenti, fango e pericolo fiumi in piena.
Dopo la chiusura del Lungo Tenna nella sua parte iniziale, causando disagi alla viabilità, ora la situazione sta peggiorando anche nel tratto più a sud della strada. Non solo,secondo quanto comunicato dall'ANAS, la terra sta cedendo a valle anche lungo la ex 210 Faleriense dopo Servigliano. Come c'era da aspettarsi sono le zone montane a soffrire di più del maltempo: in Amandola già crollate le mura castellane; tra Montefalcone e Smerillo, alcuni tratti di strada già poco stabili hanno iniziato a sgretolarsi, creando avvallamenti piuttosto pericolosi. Molti gli operatori della provincia accorsi nel tentativo di livellare le superfici coinvolte.
Anche diverse zone dell'entroterra sono protagoniste di questi fenomeni di piccole e medie frane, subito partiti i controlli idrogeologici anche nei pressi del ponte a Monte Giberto lungo l'Ete vivo.
Situazione sotto controllo lungo i fiumi del Fermano, lo ha confermato Stefano Babini, dirigente della Regione Marche e responsabile del Presidio Territoriale ex genio civile Macerata Fermo Ascoli Piceno.






Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2017 alle 14:04 sul giornale del 10 febbraio 2017 - 424 letture

In questo articolo si parla di cronaca, viabilità, andrea leoni, fermo, fiume foglia, idrogeologia, vivere fermo, provincia di fermo, entroterra, frane, zona montana, smottamenti, articolo, fiumi in piena

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aGiR





logoEV
logoEV