Qualità della vita, la Provincia di Fermo guadagna cinque posizioni nella classifica nazionale

3' di lettura 27/11/2016 - Complessivamente nelle Marche la situazione è positiva. Ascoli Piceno guida la classifica regionale. Segue Pesaro Urbino,Ancona passa dal 56° posto passa al 35°. Macerata scende dal 27° posto del 2105 al 43°.

Sono i dati della classifica elaborata da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma sulla Qualità della Vita. L'edizione 2016 è la diciottesima. La ricerca analizza e fotografa le 110 province italiane oltre a monitorare le maggiori città italiane. Affari e lavoro, Ambiente,criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita sono le macro aree monitorate per elaborare i dati e successivamente la classifica. Le nove macro aree diventano 21 capitoli d'interesse ed 84 indicatori di base e le tre voci sommate tra di loro si ricava il quadro generale del benessere e delle problematiche in Italia. La qualità è scarsa su 54 province delle 110 monitorate. Le province della regione Marche rispondono positivamente a tutte le aree monitorate con posizione accettabile.

Per la tematica Affari e Lavoro le province più a Nord (Pesaro Urbino, Ancona, Macerata) il quadro emerso è accettabile, mentre a Fermo la situazione è buona ed il crollo regionale è rilevato in Ascoli Piceno con una situazione di estrema difficoltà. Per l'ambiente il punteggio più alto a livello regionale lo ottengono le tre province più a sud con Ascoli Piceno, Fermo e Macerata mentre segnano il passo Ancona e Pesaro Urbino con punteggi intermedi ma sempre sopra la media nazionale.

Sotto l'aspetto della Criminalità la situazione è frastagliata. Pesaro Urbino ed Ascoli Piceno sono ultime in classifica a livello regionale con un bollino rosso. Ancona e Macerata la situazione è accettabile mentre la Provincia di Fermo è la più sicura della Regione. Complessivamente le Marche non rappresentano territori border line sotto questo aspetto però le cinque province sono scese non trasmettono più quella sicurezza di 20 anni fa.

Il capitolo disagio sociale vede le province di Ascoli Piceno e Fermo, guidare la classifica regionale. Macerata e Pesaro Urbino il dato rilevato è accettabile chiude Ancona con una situazione di estrema difficoltà scivolando dal 83° posto del 2015 al 101 (su 110 in totale). Sotto l'aspetto della Salute, ultima in classifica è Fermo con situazioni di difficoltà. Macerata e Pesaro Urbino la situazione è sufficente, mentre in Ascoli Piceno il dato è accettabile e la provincia di Ancona è prima a livello regionale. Complessivamente sotto l'aspetto sanitario e di salute le Marche non godono di una buona posizione a livello nazionale.

Nei prossimi giorni pubblicheremo per ogni tematica la classifica completa. Nella tabella sottostante la classifica generale delle province delle Marche elaborata da ItaliaOggi sulla Qualità della Vita.

Posizione

Regionale

2016

Posizione

Nazionale

2016

Provincia

Punteggio

2016

Posizione

2015

1

18

Ascoli Piceno

771.93

20

2

34

Pesaro

628.18

32

3

35

Ancona

622.74

56

4

40

Fermo

576.71

45

5

43

Macerata

554.22

27

A livello nazionale Mantova è prima in classifica spodestando Trento. Seguono Belluno, Pordenone e Siena. Le ultime cinque posizioni nazionali sono rappresentate da Crotone (ultimo posto), Siracusa, Napoli, Agrigento e Trapani.






Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2016 alle 15:13 sul giornale del 28 novembre 2016 - 4035 letture

In questo articolo si parla di attualità, andrea leoni, fermo, vivere fermo, provincia di fermo, articolo, classifica qualità della vita 2016, italiaoggi, la spaienza di roma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDXL





logoEV
logoEV