Porto San Giorgio, tassa rifiuti: l'amministrazione comunale replica alle accuse della minoranza

2' di lettura 26/11/2016 - "L’ottima gestione di questi anni della Sangiorgio Distribuzione Servizi ha consentito alla società stessa di sostenere spese anche impreviste, compresa anche la progressiva diminuzione dell’indebitamento contratto negli anni scorsi nei confronti dell’Asite di Fermo." si legge nella nota.

Stavolta, di fronte alle tonnellate di materiale spiaggiato, anche la Regione è convenuta sulla gravità del fenomeno e sul fatto che esso in alcun modo potesse essere supportato dalla città. L’evento non è connesso alla gestione ordinaria della pulizia della spiaggia sangiorgesese come ora qualcuno, in maniera intellettualmente disonesta, vorrebbe far credere. Simile attenzione, da parte della Regione, s’è avuta come nel Bilancio di previsione 2016 quando non vi furono esitazioni per lo stanziamento straordinario in favore del porto.

Il costo straordinario per la raccolta del materiale spiaggiato non verrà sostenuto dai cittadini sangiorgesi bensì dalla Regione alla quale l’Amministrazione comunale, sulla base del trasferimento di competenze dalle Province sui bacini, ha inoltre chiesto di vigilare attentamente sullo stato di manutenzione dei fiumi in modo che questi fenomeni non abbiano a ripetersi anche durante il prossimo l’inverno.

La primavera 2016 verrà senza dubbio ricordata per le particolari mareggiate che hanno interessato il litorale sangiorgese, con un eccezionale deposito di detriti sulla spiaggia della città provenienti principalmente dai fiumi Ete e Tenna. L’Amministrazione comunale si è fatta carico sia della soluzione del problema, grazie ad un immediato intervento straordinario di pulizia delle spiagge effettuato dalla San Giorgio Distribuzione Servizi, sia dal reperimento del finanziamento delle spese extra canone sostenute dalla stessa società per 186.699 euro.

I proficui rapporti intrattenuti tra l’Amministrazione e la Regione hanno consentito all’Ente di ottenere una formale comunicazione sull’istituzione di un apposito capitolo nel bilancio regionale in corso di predisposizione per il finanziamento delle spese per la raccolta e per lo smaltimento dei rifiuti e detriti spiaggiati a causa delle mareggiate della scorsa primavera.

La mancata coincidenza dei tempi di approvazione del bilancio regionale con quelli della variazione finale di bilancio dell’ente hanno determinato l’inserimento, nelle voci di costo del Piano finanziario della Tari 2017, della sola spesa degli interventi di pulizia straordinaria del litorale sangiorgese. L’amministrazione provvederà a l’inserimento del finanziamento regionale nel proprio bilancio e nel piano finanziario della Tari non appena esperite tutte le formalità richieste dalle norme tecnico-contabili, con la conseguente neutralizzazione, ai fini della determinazione delle tariffe Tari del 2017, della eccezionale voce di costo sostenuta nel 2016 per la pulizia straordinaria del litorale della città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2016 alle 17:08 sul giornale del 28 novembre 2016 - 1760 letture

In questo articolo si parla di politica, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio, caso rifiuti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDW5





logoEV
logoEV