Calcio, Fermana poker in casa contro il Pineto

4' di lettura 27/11/2016 - Nella giornata dei “braccialetti rossi” al polso di tutti gli atleti, con la splendida iniziativa dedicata dal panorama calcistico nazionale alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, vince e convince davanti al proprio pubblico la Fermana, imponendosi nettamente sul Pineto e tornando immediatamente a muovere la classifica dopo lo stop occorso a Matelica.

L’inzuccata di Cremona nella prima frazione e la doppietta di Margarita nella seconda, con gli ospiti in inferiorità numerica per l’espulsione di Di Rosa, riportano subito il sorriso in casa gialloblù, con i canarini che osserveranno un giorno di riposo extra martedì per riprendersi dalle fatiche del tour de force imposto ultimamente dal calendario con un impegno ogni tre giorni per i ragazzi di Mister Destro.

“Devo elogiarli tutti, ognuno di loro ha sempre lavorato bene e sono stati fantastici anche oggi. Hanno fatto una buona gara contro un avversario non facile. La vittoria è stata netta. Veniamo da un periodo densissimo di impegni e riuscire a fronteggiare ritmi così alti non era facile. Io accetto sempre serenamente il verdetto del campo, la classifica non l’ho mai guardata e non la guardo ora. Dobbiamo pensare solo a lavorare e a recuperare tutte le energie spese”, le sue parole in sala stampa.

Una gara combattuta quella andata in scena questo pomeriggio al “Recchioni”, contro un team, quello abruzzese guidato dal sangiorgese Amaolo, apparso non certo arrendevole come avrebbero potuto erroneamente indicare i miseri 12 punti di bottino stagionale ed il tristissimo terzultimo posto in graduatoria. Ad onor del vero, il risultato non è comunque mai stato in discussione, tant’è che l’unica occasione netta che Cacciatore e compagni avrebbero potuto sfruttare per riaprire la contesa era stata frutto di un errato disimpegno locale. Nell’occasione, al 15’ della ripresa, era stato però formidabile Valentini a strappare la sfera dai piedi di Ciarcelluti e a mantenere inviolata la propria porta.

Un episodio chiave, perché nel prosieguo un super Margarita si procurava e realizzava il rigore del raddoppio e, qualche minuto dopo, faceva gioire i tanti cuori gialloblù sugli spalti arrotondando a 3-0 il punteggio e mettendo la classica ciliegina personale sulla buona prestazione collettiva, con Petrucci e Manè sugli scudi (entrambi autori di due assist al bacio). “Sono contento per me, ho esultato in maniera liberatoria perché per ogni attaccante fare gol è importante anche se, dopo un periodo così tosto, oggi l’importante era solo vincere. Una grande affermazione da parte di un gruppo che ha dimostrato che ognuno di noi può essere titolare, lavorando sempre tanto, rimanendo sereno e facendosi trovare pronto quando serve”.Smaltita la soddisfazione per questi importantissimi tre punti, Comotto e compagni dovranno subito tornare a concentrarsi per andare ad affrontare domenica prossima, il Romagna Centro sconfitto oggi dal Monticelli e impelagato nelle battaglie della parte bassa della classifica.

La cronaca

Prima frazione

3': atterrato Petrucci in area, l'arbitro lascia proseguire.

13': GOL! Svetta Cremona nel cuore dell'area di rigore, prendendo perfettamente il tempo al pregevole cross di uno sgusciante Petrucci sulla destra.

15': out la punizione di Cacciatore.

18': corner di Cacciatore, testa di Logoluso, Valentini blocca a terra.

21': la bandierina dell'assistente ravvisa un offside di Cremona che non riesce a correggere a rete il cross di Margarita dalla sinistra.

24': Ferrante in progressione prova a sfondare sulla sinistra.

26': incontenibile Petrucci entra in area e calcia, a pochi centimetri dal palo lungo la sua conclusione.

31': ottima ripartenza con Margarita, Di Rosa spende un cartellino per stenderlo.

45': il primo giallo costa caro a Di Rosa, che viene nuovamente ammonito e finisce anzi tempo sotto la doccia.

Seconda frazione

11': punizione di Cacciatore, Valentini allontana con il pugno.

15': come un gatto Valentini agguanta la sfera su Ciarcelluti in area, involontariamente servito da un errato passaggio della retroguardia locale.

20': gioco fermo per una carica su Valentini che resta a terra.

25': GOL! rigore per la Fermana, dal dischetto lo stesso Margarita atterrato da Giammarino raddoppia.

28': GOL! Cross di Manè per la testa di Margarita che fa tris.

35': punizione di Cacciatore per la testa di Pisani che spedisce a lato.

38': alle stelle la conclusione di Cacciatore.

FERMANA (4-3-3): Valentini, Maghzaoui (13'st Russo), Ispas, Urbinati (30'st Omiccioli), Comotto, Ferrante, Petrucci, Mane, Cremona (23'st Marolda), Margarita, Misin. A disposizione: Polverino, Bossa, Ghiani, Marti, Forò, Mariani. Allenatore: Flavio Destro.

PINETO (4-4-2): Mazzocchetti, Maloku, Di Rosa, Logoluso, Assogna, Pisani, Ciarcelluti, Esposito, Antenucci (1'st Giammarino), Cacciatore, Proietti (20'pt Di Giorgio,27'st Ragatzu). A disposizione: Parente, D'Antonio, Fazio, Colleluori, D'Angelo, Emili. Allenatore: Daniele Amaolo.

ARBITRO: Sig. Emanuele Frascaro della sezione di Firenze.

ASSISTENTI : Sig. Christian Pepi della sezione di Firenze e Marco Toce della sezione di Firenze.

RETI: 13'pt Cremona, 25'st (rig) e 28'st Margarita.

AMMONITI: Maghzaoui (14'pt, gioco falloso), Margarita (26'st, eccesso di esultanza), Cremona (32’st, gioco falloso).

ESPULSO: Di Rosa (45'pt, doppio giallo)

CORNER: 4-7

RECUPERO: 2'+ 4'.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2016 alle 23:41 sul giornale del 28 novembre 2016 - 465 letture

In questo articolo si parla di sport, fermo, volley, pineto, calcio serie d, videx grottazzolina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDZe





logoEV
logoEV