Montegranaro è "Asocial. Per non cadere nella rete" incontro per prevenire i pericoli del gioco d'azzardo ed internet

2' di lettura 25/11/2016 - All'interno di All In, progetto di comunità per prevenire il gioco d'azzardo patologico, gli Ambiti Sociali Territoriali XIX e XX insieme al Comune di Montegranaro, Regione Marche, Asur Area Vasta 4 e FederSerd, organizza per martedì 29 novembre un'iniziativa denominata “Asocial. Per non cadere nella rete”.

L'incontro, che avrà inizio alle ore 21 al Teatro La Perla, è rivolto a giovani ed adulti e sarà incentrato sull'uso senza pericoli della tecnologia e di internet. Interverranno Maurizio Fea, psichiatra e responsabile per FederSerd (Federazione Italiana degli Operatori dei Dipartimenti e dei Servizi delle Dipendenze) di “Gioca Responsabile”, Andrea Braconi, responsabile della community Instagramers Fermo, e rappresentanti della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Ancona.

“Quella di martedì prossimo – rimarca il Sindaco Ediana Mancini - è un'importante iniziativa che gli Ambiti hanno voluto sviluppare su un tema fondamentale e di grande attualità come il gioco d'azzardo. Dobbiamo sempre essere vigili su questi fenomeni, a partire dalle Istituzioni pubbliche, e cercare di dare alle nuove generazioni delle chiavi di lettura efficaci, anche attraverso un modo di comunicare semplice e diretto. Siamo consapevoli che la dipendenza al gioco, come tutte le dipendenze, tolga la libertà e su questo fronte la nostra attenzione non può mai venire meno. Oggi, quindi, il compito formativo è ancora più rilevante rispetto al passato. Insieme all'Assessore ai Servizi Sociali Cristiana Strappa voglio ringraziare le associazioni cittadine che ci affiancano e che hanno già garantito la loro partecipazione ad un incontro che permetterà, anche a loro, di porre domande o di fare richieste specifiche”.

“La rete rappresenta un'opportunità in molti ambiti – aggiunge il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, Presidente del Comitato dei Sindaci dell'Ambito XIX - ma in particolar modo per i minori, se non opportunamente guidati e informati, può avere dei rischi seri per i quali è necessario che le istituzioni e gli enti preposti, insieme a scuola e famiglie, attuino in modo coordinato e sistematico importanti misure di tutela. L'informazione la conoscenza sono le prime forme di difesa di cui munirsi per poter avere un filtro preliminare davanti allo schermo del pc”.

“Questo convegno – conclude Alessandro Ranieri, Coordinatore dell'Ambito XIX - rientra tra le iniziative di prevenzione delle dipendenze patologiche. In questo settore l'Ambito ha una funzione promozionale e non solo focalizzata sulla riduzione del danno. Oltre ai canali classici della formazione e dell'informazione, stiamo provando a partire da un concetto positivo del web. Infatti, stiamo sviluppando un'app per coinvolgere i ragazzi al fine di migliorare le proprie competenze di vita (life skill). La collaborazione, oltre che con il dipartimento Dipendenze Patologiche e con i Comuni dell'Ambito, è fruttuosa e dimostra sempre di essere un valore aggiunto”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2016 alle 20:40 sul giornale del 26 novembre 2016 - 890 letture

In questo articolo si parla di attualità, Montegranaro, teatro la perla, gioco d'azzardo patologico, asocial, rischi di internet

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDV8