Terremoto, vertice in Prefettura con Regione e Sindaci

3' di lettura 02/11/2016 - A Fermo inagibile la scuola Media "Betti", effettuati i sopralluoghi alla Chiesa di San Zenone e nella Chiesa di Sant'Agostino

Si è tenuto mercoledì mattina, in Prefettura, un incontro per fare il punto sulle misure adottate nel post sisma, presieduto dal Prefetto Mara Di Lullo, cui hanno preso parte il Presidente della Regione Luca Ceriscioli, gli assessori regionali Fabrizio Cesetti e Angelo Sciapichetti, il Presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo, il consigliere provinciale Francesco Giacinti, il Presidente della Provincia di Fermo Aronne Perugini ed i Sindaci Paolo Calcinaro di Fermo, Ediana Mancini di Montegranaro, Moira Canigola di Monte Urano, Nazzareno Franchellucci di Porto S. Elpidio e Romina Gualtieri di Monsampietro Morico ed i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e dei vigili del fuoco.

Al termine il Sindaco Calcinaro ha rilasciato la seguente dichiarazione: “ho appreso dal Presidente Ceriscioli con molta soddisfazione che si sta intervenendo per cambiare i parametri del vecchio decreto e farne uscire uno nuovo. Speriamo quindi che le procedure, sia per i privati cittadini che per le istituzioni pubbliche a tutela della pubblica incolumità, siano velocizzate e facilitate al più presto”.

Come annunciato martedì, mercoledì mattina Personale del Nucleo Interventi Speciali (NIS) dei Vigili del Fuoco di Roma, della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Ancona, della Regione Marche, del Comune di Fermo e della Protezione Civile Regionale (che compongono il GTS, Gruppo Tecnico di Sostegno) hanno effettuato un sopralluogo sulla torre campanaria di San Zenone per adottare le conseguenti misure sulla rapida messa in sicurezza a tutela delle persone, delle attività commerciali, del bene e poter consentire, di conseguenza, il più veloce rientro nelle abitazioni dei residenti ed il riavvio delle attività stesse. Analogo sopralluogo è avvenuto all’interno della Chiesa di S. Agostino, anch’essa interdetta al pubblico con apposita ordinanza.

A seguito della scossa simica di domenica 30 ottobre e del conseguente sopralluogo effettuato, come del resto in tutti gli istituti scolastici cittadini, da parte dei tecnici comunali alla Scuola Media “U. Betti” in via Largo Mora, è stato ritenuto necessario, con ordinanza sindacale, disporne la chiusura dopo gli ulteriori aggravamenti.

“Una misura – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro - adottata proprio a beneficio dell’intera comunità scolastica dell’edifico in questione, quindi alunni, docenti, personale amministrativo e ausiliario. Stiamo lavorando per reperire una collocazione alternativa presso il Polo Scolastico di Viale Trento che possa soddisfare il primario diritto all’istruzione degli alunni e la primaria esigenza di avere locali consoni e adeguati all’attività didattica. Stiamo recependo la preziosa collaborazione della Provincia di Fermo e dei suoi Uffici e di alcuni istituti superiori della Città che si sono resi già preliminarmente disponibili per garantire la prosecuzione delle lezioni della Betti. Un atto di grande responsabilità che ci consentirà di poter mettere in atto tutti gli interventi necessari all’interno di una delle scuole medie storiche della città e ripristinarne le condizioni originarie”

Intanto proseguono i controlli e le ispezioni negli altri edifici scolastici cittadini.

Considerata la grande quantità di beni e generi di prima necessità che la generosità dei fermani, senza alcuna richiesta preventiva, ha voluto donare ai numerosi ospiti che a causa del terremoto sono alloggiati nelle strutture ricettive e camping del litorale fermano, la Protezione Civile Comunale chiede di non proseguire le donazioni delle quali, al contrario, confermerà la prosecuzione, su indicazione della Protezione Civile Nazionale, solo ed esclusivamente nel caso in cui sarà ritenuto veramente necessario. L’unica raccolta ufficiale è quella che si sta svolgendo al Centro Sociale di Marina Palmense (vestiario nuovo, giocattoli, prodotti igiene e pulizia personale). Si ringrazia la popolazione per la collaborazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2016 alle 23:06 sul giornale del 03 novembre 2016 - 1580 letture

In questo articolo si parla di politica, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aC3T





logoEV
logoEV