Terremoto, Porto San Giorgio: la Protezione Civile attiva il centro raccolta indumenti

1' di lettura 02/11/2016 - Sono oltre 150 gli sfollati ospitati nelle strutture ricettive di Porto San Giorgio. I primi arrivi si sono registrati a seguito della violenta scossa di domenica scorsa 30 ottobre.

I primi arrivi si sono registrati a seguito della violenta scossa di domenica scorsa 30 ottobre. Alloggiano negli hotel Timone, Garden e Il Caminetto. L’Amministrazione comunale comunica che la situazione è in evoluzione giornaliera. Nella mattinata odierna s’è svolto un incontro con i tecnici per definire il piano degli aiuti. Il sindaco Nicola Loira, in stretta sinergia con il coordinatore del gruppo di Protezione civile comunale Luciano Pazzi, comunica che da domani giovedì 3 novembre sarà attivo il Centro di raccolta indumenti e beni.

Secondo le indicazioni del Dipartimento nazionale di Protezione civile, sono richiesti: biancheria e abbigliamento nuovi e materiale per l’igiene intima. Sarà possibile conferire i beni a partire dalle ore 9.30 nella sede comunale di Protezione civile in via Costa n. 1.Si informa inoltre la cittadinanza che domani, giovedì 3 novembre, tutte le scuole di ogni ordine e grado riapriranno regolarmente. Il tecnici comunali hanno effettuato i dovuti sopralluoghi ed hanno appurato che le strutture scolastiche non hanno subito danni: pertanto sono agibili.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2016 alle 23:17 sul giornale del 03 novembre 2016 - 2112 letture

In questo articolo si parla di cronaca, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aC3V





logoEV
logoEV