E-commerce: il fermano è al quarto posto nella classifica regionale per il commercio via internet

2' di lettura 21/09/2016 - Le imprese dedicate al commercio via web nelle Marche in otto anni sono incrementate del 157% registrando 463 realtà dedicate. Nella regione sono dieci i digitalizzatori di Google Italia attraverso la collaborazione con Unioncamere.

Cosa vendiamo dalle Marche attraverso il web? Mobili, cappe, abbigliamento, artigianato di qualità, libri, calzature, tipicità, eccellenze di qualità, vino ed agroalimentare. E' semplicemente un piccolo elenco di tutti i prodotti che si possono acquistare dalle 463 aziende marchigiane dedicate alla vendita attraverso il web. Il commercio a portata di click rappresenta la nuova frontiera per le aziende. Basta pensare che dieci anni fa era impensabile, in Italia, fare la spesa alimentare attraverso internet oppure scegliere un paio di scarpe e personalizzarle pur restando comodi sul divano di casa. Grazie allo sviluppo degli smartphone, una nuova rete wi-fi, "app" dedicate ed aziende che hanno investito nel settore accostando la vendita via web alla tradizionale rete vendita fatta di negozi veri e propri oppure di agenti dedicati.

Nelle Marche è stato registrato un vero e proprio incremento di vendite attraverso un semplice click. Secondo i dati Unioncamere l'incremento è stato grazie alla presenza di 463 imprese dedicate al commercio online (2015) un vero e proprio salto se si considera che nel 2008 erano 180 solamente (+157%). La provincia con più aziende create per la vendita via web è Ancona con 129 imprese, segue Pesaro - Urbino 111 attività registrate dalla Camera di Commercio. Numeri più bassi per le tre province del sud della regione: Macerata con 90 realtà imprenditoriali segue Fermo con 72 e chiude Ascoli Piceno con 61. A livello nazionale le imprese di commercio al dettaglio via internet sono incrementate del 151.6 % e si è passati da 5933 imprese del 2008 a 14927 nel 2015. In Italia la regione con maggior crescita nel settore è la Lombardia (2787 imprese) seguita dalla Campania (1069) e Lazio (983).

Nelle Marche l' Unioncamere ha creato una collaborazione con Google Italia avvalendosi di "digitalizzatori", veri e propri consulenti dedicati che hanno supportato le aziende sia sotto il profilo del commercio ma anche curando l' immagine aziendale trasferendo il know how necessario per affrontare il mercato. Nelle Regione sono stati dieci i digitalizzatori impegnati per il progetto. Sono state contattate 7036 imprese e 196 sono quelle che hanno aderito al progetto.






Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2016 alle 05:53 sul giornale del 22 settembre 2016 - 1081 letture

In questo articolo si parla di economia, andrea leoni, fermo, marche, vivere fermo, e commerce, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBsK





logoEV
logoEV