Calcio: la Fermana corsara al Polisportivo, battuta la Civitanovese 4 - 2

5' di lettura 18/09/2016 - Doppietta di Petrucci poi Margarita e Molinari di testa a segno per i gialloblu, Wade e Enow per la Civitanovese. Mister Destro: “Una gara affrontata da entrambe le squadre a viso aperto. Ci sono state sei reti: spero che il pubblico si sia divertito sapevamo che avremmo dovuto lottare su ogni palla e correre tantissimo. La Civitanovese ha provato ad attaccarci anche con i difensori: questo ci ha regalato diversi varchi e diverse possibilità per chiudere la gara. Ci sono state cose buone e altre meno, sulle quali dovremo lavorare, ma per oggi va bene così. Siamo contenti per questo risultato”.

La prima storica vittoria della Fermana sul terreno della Civitanovese arriva al termine di 97’ intensissimi minuti: una doppietta di Petrucci, il calcio piazzato di Margarita e il colpo di testa di Molinari regalano la seconda piazza in solitaria ai canarini, usciti dal campo tra i cori e il giubilo dei tifosi.

Buona la cornice di pubblico al Polisportivo per uno dei derby più sentiti delle Marche: colorata e rumorosa la rappresentanza giunta da Fermo, che non ha mai fatto mancare sostegno e calore ai propri beniamini, venendo ripagata alla fine da uno scrosciare di applausi all’indirizzo del settore dedicato. Tante occasioni da gol, ripartenze brucianti, spazi aperti e il “lusso” di un penalty sbagliato: moltissime le emozioni create in campo e regalate agli spettatori dai ragazzi di Destro.

Pochissimo invece il tatticismo evidenziato dalle due formazioni, schierate secondo gli schemi abituali (difesa a tre per i locali, con il portiere titolare Vassallo che lasciava il posto al lituano Reinholds; Misin e Urbinati fulcro del centrocampo ospite, con il recupero del terzino Maghzaoui dietro) .

“Una gara affrontata da entrambe le squadre a viso aperto. Ci sono state sei reti: spero che il pubblico si sia divertito - ha dichiarato soddisfatto nel post gara il tecnico canarino – sapevamo che avremmo dovuto lottare su ogni palla e correre tantissimo. La Civitanovese ha provato ad attaccarci anche con i difensori: questo ci ha regalato diversi varchi e diverse possibilità per chiudere la gara. Ci sono state cose buone e altre meno, sulle quali dovremo lavorare, ma per oggi va bene così. Siamo contenti per questo risultato”.

A fargli eco in sala stampa anche Petrucci, per gli addetti ai lavori match winner e mattatore della gara (assist per la prima marcatura, rigore procurato, doppietta personale): “ Abbiamo fatto un’ottima prestazione, dando tutto quello che avevamo in corpo. Questo è lo spirito giusto, ci impegneremo per vincere su ogni campo e se continueremo così potremo toglierci grandi soddisfazioni. Siamo un grande gruppo: lavoriamo tanto e bene in settimana, siamo uniti ed è un piacere impegnarsi per mettere il Mister in difficoltà nelle scelte della domenica”.

Una domenica, questa, che senz’altro la Fermana ricorderà per diverso tempo: passata in vantaggio al 15’ con la prima marcatura stagionale del bomber Molinari (che finalizzava di testa una manovra corale partita da Valentini, orchestrata da Russo e Misin e confezionata da Petrucci), veniva raggiunta appena 10’ più tardi da Wade.

Si presentava subito l’occasione per chiudere il conto: il reattivo numero 7 canarino veniva atterrato in area e si guadagnava un calcio di rigore, che però l’attaccante argentino non riusciva a realizzare.

Vantaggio e superiorità gialloblù che si materializzavano e concretizzavano comunque nella ripresa, quando il pallonetto e il contropiede finale dell’ex Monticelli e la punizione di Margarita calavano il poker definitivo sui rossoblù, che avevano accorciato le distanze con Enow sugli sviluppi di un corner.

Game over al Polisportivo: una convincente e briosa Fermana domava con merito i pur volenterosissimi e giovani rivieraschi portando a casa una vittoria di prestigio e tre punti pesantissimi in chiave classifica ma ancor più nel morale.

La cronaca- Prima frazione

8': prima conclusione a rete di Petrucci sporcata da un difensore, para Reinholds. Subito la risposta dell'ex Negro che si guadagna un corner.

14': ancora Negro si rende pericoloso.

15': GOAL!! Bomber Molinari beneficia di un assist di Petrucci imbeccato da Misin (splendido il rilancio di Valentini per un attivissimo e reattivissimo Russo): dal cuore dell'area di rigore locale il bomber argentino di testa trafigge Reinholds.

24': GOAL!! Wade ristabilisce il pareggio coordina dosi al meglio dopo una precedente conclusione ribattuta sulla linea. da Maghzaoui.

26': diagonale di Pereira a lato, poi un tocco di Margarita rischia di mettere in difficoltà l'estremo rossoblù.

30': out il colpo di testa di capitan Comotto su corner corto di Petrucci per Russo.

32': Petrucci atterrato in area si guadagna un penalty. Dagli undici metri va Molinari: il suo tiro alla sinistra del portiere viene ribattuto.

36': out di un soffio il colpo di testa di Russo.

38': Valentini devia in corner la staffilata di Sabatucci e si ripete poco dopo ancor meglio su Negro.

Seconda frazione

5': Molinari in superiorità numerica spreca calciando addosso a Reinholds. Sul corner seguente l'estremo fa buona guardia sull'inzuccata di Comotto.

7': GOAL!!! Il pallonetto di Petrucci in velocità porta in vantaggio la Fermana.

28': GOAL!! Direttamente su punizione Margarita griffa il 3-1.

30': Barbosa con un tocco fortuito guadagna un corner; nulla di fatto sugli sviluppi, nonostante le proteste di Lignani.

34': out il pallonetto di Cremona.

39':GOAL!! sugli sviluppi di un corner Enow da due passi accorcia

40': vola Valentini sul colpo di testa di Battisti.

43': Petrucci dalla destra calcia fuori.

48': palo di Barbosa, provvidenziale Valentini.

49': GOAL!! Petrucci cala il poker.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2016 alle 21:15 sul giornale del 19 settembre 2016 - 814 letture

In questo articolo si parla di sport, fermo, civitanovese, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBkp





logoEV
logoEV