Terremoto, Il Movimento 5Stelle:Rilanciare subito il tessuto economico e produttivo per le zone colpite

2' di lettura 16/09/2016 - E' la priorità dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle. Il terremoto che ha sconvolto Marche, Lazio, Abruzzo e Umbria alla fine di Agosto, lascerà un segno indelebile nelle nostre memorie: secoli di storia e di cultura seppelliti dalle macerie di paesi letteralmente sbriciolati.

Nelle Marche, a pagarne il prezzo maggiore sono stati i Comuni di Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Montegallo, Montemonaco e Montefortino, Amandola. La macchina dei soccorsi si è mostrata subito efficiente: finita l’emergenza, però occorrerà avviare il processo di ricostruzione non solo delle case, ma anche delle infrastrutturale e di tutto ciò che costituisce il tessuto sociale, culturale, economico e produttivo di quelle zone. L’area interessata dal sisma contribuisce a produrre ricchezza e occupazione soprattutto nelle parte montana delle Province di Ascoli Piceno e Fermo. Le attività produttive nei territori colpiti sono ferme ormai da diverse settimane e c’è il ragionevole rischio che rimangano inattive per diversi mesi. Oltre alle forti ripercussioni negative su occupazione e reddito che l’interruzione temporanea e parziale delle attività produttive sta producendo, non possiamo ignorare il rischio che interruzioni prolungate e ritardi nella ricostruzione aprano la strada a delocalizzazioni produttive.

È importante e prioritario far ripartire immediatamente le attività produttive dichiarate inagibili o parzialmente inagibili, anche in virtù del ruolo fondamentale che le stesse hanno nello scongiurare l’abbandono di parti del territorio e il conseguente venir meno anche del loro ruolo e funzione di presidio fisico di quei luoghi.

La Regione Marche avrà un ruolo importante di coordinamento nel complesso processo di ricostruzione. Il Movimento 5 stelle ha presentato una mozione per impegnare il Presidente e la Giunta Regionale a farsi parte attiva nel processo che dovrà far ripartire in tempi brevi l’economia delle zone colpite. L’impegno chiesto riguarda il mettere a disposizione risorse e verificare la possibilità di stanziare contributi economici immediati per tutti i lavoratori coinvolti nell’interruzione delle attività produttive, anche attraverso l’immediata attivazione di tutti gli ammortizzatori sociali necessari a tutelare i lavoratori. Si chiede anche alla Giunta di sollecitare il Commissario governativo per accelerare le procedure di sopralluogo e di stima dei danni alle strutture produttive e affinché vengano prese, nel minor tempo possibile, decisioni in merito all'immediato riavvio e rilancio delle attività produttive.

Non si tratta solo di ricostruzione: si tratta anche di certezze: i nostri imprenditori devono avere una tempistica certa e sicura, per poter avere punti di riferimento puntuali e affidabili nella riprogrammazione delle loro attività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2016 alle 05:58 sul giornale del 17 settembre 2016 - 780 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle, M5S

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBij





logoEV
logoEV