x

SEI IN > VIVERE FERMO > CRONACA
articolo

Morte di Emmanuel, il gip non convalida il fermo ma dispone la custodia cautelare in carcere per il fermano

1' di lettura
1264

di Sudani Scarpini
redazione@viveremarche.it


Giudice, tribunale, giustizia

Lunedì, nel corso dell’udienza di convalida per il 39enne fermano Amedeo Mancini, indagato per omicidio preterintenzionale con l'aggravante dell'odio razziale per la morte del migrante nigeriano Emmanuel Chidi Nnamdi, il gip Marcello Caporale non ha convalidato il fermo disposto dalla Procura.

Contestualmente, però, il gip di Fermo cha disposto la custodia cautelare in carcere per il fermano perché potrebbe reiterare il reato.

A renderlo noto è stato il difensore dell’ultrà, l'avv. Francesco De Minicis, secondo il quale il fermano ‘riconosce di avere una responsabilità morale ma non giuridica’ nella morte del nigeriano. Pertanto ‘mette a disposizione della vedova quello che ha’.



Giudice, tribunale, giustizia

Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2016 alle 12:40 sul giornale del 13 luglio 2016 - 1264 letture