x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Comitato cittadino per l'integrazione di Potenza Picena sull'uccisione di Emmanuel: 'Non sottovalutiamo la violenza di questo atto'

1' di lettura
1023

da Comitato cittadino per l'integrazione di Potenza Picena


L'episodio di inaudita gravità accaduto a Fermo, con il pestaggio e l'uccisione di Emmanuel Chadi Namdi, per aver difeso la moglie dagli insulti razzisti del suo aggressore, non può non gettare nello sconforto e nel dolore i cittadini civili e solidali di questo Paese.

Non sottovalutiamo la portata violenta di questo atto, non possiamo solo indignarci, non basta più: occorre promuovere iniziative di incontro tra i popoli, occorre contrastare politicamente e culturalmente tutte le iniziative che si richiamano ad ideologie nazifasciste, e che personaggi della più squallida politica utilizzano per creare una cultura di odio ed intolleranza facendo leva sulle paure ancorché giustificate delle persone.

Dalla cultura di morte promossa da questi loschi figuri si esce con gesti di grande umanità. Quello che ha visto protagonista la giovane moglie dell'aggredito Chiniery che ha disposto la donazione degli organi di suo marito ne è un esempio straordinario.

Con queste persone vogliamo costruire il futuro nel nostro Paese. Crediamo fortemente che gli autori di simili misfatti vadano severamente puniti, e le loro organizzazioni, anche se nascoste dietro bandiere di tifoserie, vadano sciolte e rese fuori legge.

Ci sentiamo vicini ai familiari della vittima e li abbracciamo fraternamente essendo più che mai convinti a lavorare con più forza ed impegno nei progetti di solidarietà ed accoglienza, i soli capaci di renderci più umani.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2016 alle 17:13 sul giornale del 09 luglio 2016 - 1023 letture