XXIII edizione del Concorso Violinistico Internazionale "A. Postacchini"

2' di lettura 13/05/2016 - Il suono ammaliante del violino riempirà gli spazi del Teatro dell’Aquila di Fermo dal 21 al 28 di maggio prossimo per la XXIII edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini” .

La prestigiosa competizione, presentata venerdi in conferenza stampa e organizzata sin dal ’94 dall’Associazione Culturale Antiqua Marca Firmana, ogni anno a Fermo riunisce i più talentuosi giovani violinisti provenienti da tutto il mondo. Fermo diventa capitale del violino nel nome di uno dei suoi più nobili cittadini, Andrea Postacchini, liutaio vissuto tra XIX e XX secolo e considerato lo Stradivari delle Marche.

Accanto all’Associazione Antiqua Marca Firmana, anche quest’anno il contributo del Comune di Fermo e della Fondazione Cassa di Risparmio, la presenza della Regione Marche, della Provincia di Fermo con la Camera di Commercio di Fermo e di altri enti pubblici e privati.

Saranno 115 quest’anno i musicisti che da 33 Paesi diversi si incontreranno a Fermo per contendersi il prestigioso titolo e un montepremi di oltre 26 mila euro suddiviso tra premi, premi speciali, borse di studio e premio al vincitore assoluto. Come ogni anno, estremamente prestigiosa è la giuria della XXIII edizione. Il team dei sette giurati sarà presieduto dal M° Marco Rizzi, uno dei violinisti italiani più apprezzati all’estero, premiato nei 3 concorsi più prestigiosi per violino: il Čaikovskij di Mosca, il Queen Elizabeth di Bruxelles e l’Indianapolis Violin Competition.

Durante la otto giorni no stop che dalle 9 del mattino e sino a sera vedrà esibirsi sul palcoscenico del Teatro dell’Aquila i vari musicisti in competizione, non mancheranno poi un ventaglio di altri appuntamenti. Dagli incontri con le scuole coordinati dal M° Paolo Strappa durante i quali i giovani violinisti potranno regalare pillole musicali della loro arte agli studenti, alla mostra allestita nel foyer del teatro sulla liuteria toscana a cura del liutaio Fabio Chiari di Sesto Fiorentino e dell’archettaio veneto Walter Barbiero, cui si aggiungono, da donazione privata, le “Preziosità dell’epoca di Andrea Postacchini”.

Torna a condurre la serata conclusiva anche quest’anno il mattatore di Radio 2 Matteo Caccia. Tra esibizioni, premiazioni e tante sorprese, la FORM , l’Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta dal M° Nicola Marasco, accompagnerà in concerto il vincitore della Categoria D.

Anche quest’anno la prestigiosa manifestazione, che si è fregiata del riconoscimento, che giungerà in settimana, della Medaglia del Presidente della Repubblica, è stata insignita dei più importanti patrocini da quello della Presidenza del Consiglio a quello dei Ministeri degli Affari Esteri, dello Sviluppo Economico e dei Beni e Attività Culturali , della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco e altri ancora.

Nel corso della conferenza è stata estratta la lettera M, iniziale del primo violinista che si esibirà sul palco del Teatro dell'Aquila.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2016 alle 13:10 sul giornale del 14 maggio 2016 - 1905 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awTD





logoEV
logoEV