Porto S.Elpidio: approvato all’unanimità il regolamento sul “Baratto amministrativo”

Comune di Porto Sant' Elpidio 3' di lettura 08/05/2016 - Il Consiglio comunale di Porto Sant’Elpidio sabato 30 aprile ha approvato all’unanimità il regolamento sul “Baratto amministrativo”, previsto dall’art. 24 del Dl n. 133 del 2014, convertito nella legge 11 novembre 2014, n. 164.

«Si tratta di un regolamento agile, articolato in cinque punti – dichiara il vicesindaco Annalinda Pasquali - . Lo scopo è favorire la sussidiarietà tra privati cittadini, associazioni e amministrazione per il benessere di tutta la collettività, agevolando la partecipazione di chi ha proposte e progetti da realizzare per la tutela e la valorizzazione del territorio.

I cittadini singoli, associati e le associazioni possono proporre progetti per la riqualificazione o la manutenzione di spazi del territorio ed ottenere una esenzione dei tributi inerenti al tipo di attività posta in essere. Ad esempio, se un cittadino intende promuovere il decoro urbano, presentando una proposta di manutenzione dell’arredo urbano di una parte della città potrà ottenere uno sgravio pari al 90% dell’IMU dovuto. Oppure se il progetto riguarda la pulizia di parti della città potrà ottenere uno sgravio pari al 90% della Tari.

Lo sgravio fiscale può essere esteso ai cittadini singoli o associati che volessero valorizzare uno spazio anche a fini culturali di vario genere: si deve presentare una proposta o un progetto all’amministrazione comunale e si potranno ottenere sgravi fiscali sempre pari al 90% del dovuto, in virtù del benessere collettivo creato. In questo modo si valorizzano e sostengono gli individui e le associazioni che si attivano liberamente e creativamente per la collettività e, al contempo, si mettono a disposizione di tutti le energie varie e ricche di cui i cittadini elpidiensi sono dotati»

L’esenzione dalla tassazione locale, fino al 90% dell’importo dovuto, è concessa per un periodo limitato e per specifici tributi, TARI, IMU, TOSAP, e riguarda le attività utili per tutta la collettività. La misura dell’agevolazione prevista è stata valutata forfettariamente 10 Euro l’ora. Il progetto o la proposta dovranno essere valutate dal personale dell’Ufficio Lavori Pubblici e in caso di accoglimento il cittadino o gruppi di cittadini che dovranno realizzare il progetto saranno sottoposti a visita medica per accertarne l’idoneità a svolgere l’attività; dovranno essere formati, dotati di dispositivi di sicurezza e saranno coperti da assicurazione. L’attività relativa al progetto si dovrà attuare il mattino, dalle 7.00 alle 13.00, con la supervisione del personale dell’Ufficio Lavori Pubblici.

“La città di Porto Sant’Elpidio – spiega il Sindaco Nazareno Franchellucci - ha colto l’opportunità del ‘baratto amministrativo’ contenuta nel decreto ‘Sblocca Italia’ per offrire un sostegno reale alle fasce deboli in una fase di crisi economica. Al tempo stesso, questo strumento permette al Comune di contare su una forza lavoro aggiuntiva e dedicata esclusivamente a interventi di pubblica utilità, in un momento di forte difficoltà anche per gli enti locali sia in termini economici che di risorse umane, a seguito dei tagli dei trasferimenti statali e del blocco delle assunzioni. In questo quadro possiamo passare da un welfare locale di tipo assistenziale, come quello promosso finora, a uno generativo, dove le risorse destinate al sociale smettono di rappresentare una spesa per l’ente e generano altre risorse, come nel nostro caso, sotto forma di interventi di pubblica utilità. Un modo per essere più vicini, in maniera concreta, ai territori e alle comunità, migliorando la vivibilità e la qualità degli spazi pubblici e aiutando chi è in difficoltà nel pagamento dei tributi comunali”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2016 alle 00:42 sul giornale del 09 maggio 2016 - 847 letture

In questo articolo si parla di politica, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/awGv





logoEV
logoEV