Montegranaro: Bilancio consuntivo del 2015, al via un ciclo di incontri con i cittadini

2' di lettura 05/05/2016 - La prossima settimana la Giunta comunale inizierà un ciclo di incontri con i cittadini per un'illustrazione delle principali novità relative all'andamento dei conti del Bilancio consuntivo del 2015, approvato in Consiglio lo scorso 29 aprile, ed i punti centrali del Bilancio di previsione per il 2016, oltre al Piano delle Opere Pubbliche relative all'anno in corso.

Le prime due assemblee si terranno martedì 10, alle ore 21.30 presso l'abitazione del signor Gianni Cesaretti in Via dei Monti nel quartiere di Villa Luciani, e giovedì 12 maggio, alle ore 21.30 nel quartiere Santa Maria all'interno del Circolo Vecchio Pozzo in Via Morandi.

“Domani mattina – spiega il Vice Sindaco e Assessore al Bilancio Endrio Ubaldi - alla riunione dei Capigruppo concorderemo la data del Consiglio comunale in cui verrà approvato il Bilancio di previsione che, sicuramente, dovrà tenersi entro la fine del mese di maggio, essendo già stato votato lo schema di Bilancio in sede di Giunta”. Durante l'ultimo Consiglio sono già state approvate le tariffe relative a Imu, Tasi, Tari e addizionale Irpef, tutte rimaste invariate con positive ripercussioni per la popolazione. “Proprio sull'addizionale Irpef – rimarca Ubaldi - per l'anno 2016 il Comune innalzerà la soglia di esenzione da 10.000 a 11.000 euro, una delle più alte della provincia di Fermo.

Questo comporterà un minor introito per l'Ente di circa 30.000 euro, ma con vantaggi significativi per le fasce più deboli. Inoltre, verrà aumentato il fondo anticrisi per le famiglie in difficoltà, che passerà da 8.000 a 12.000 euro, con 40 nuclei familiari che riceveranno un contributo di 300 euro per soddisfare le richieste che non trovano copertura all'interno della Legge 30 regionale. Per quanto concerne la Tari, vi sarà un risparmio sulle utenze domestiche da 3 a 6 euro per famiglia a seconda del numero dei componenti. Risparmi anche sulle utenze commerciali, come la diminuzione di 10 centesimi al metro quadro per i capannoni industriali. Su una superficie di 1.000 metri quadri il risparmio, infatti, sarà di 100 euro. Da come risulta dalle nostre tabelle, ad esempio per supermercati e negozi di generi alimentari la diminuzione sarà di 21 centesimi al metro quadro. Una diminuzione, quindi, sostanziale e non meramente formale”.

Un Bilancio importante, quindi, frutto anche di un confronto con le segreterie territoriali di Cgil, Cisl, Spi e Fnp che, come lo scorso anno, hanno condiviso un protocollo d'intesa con l'Amministrazione comunale e che nei prossimi giorni verrà ufficializzato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-05-2016 alle 00:32 sul giornale del 05 maggio 2016 - 811 letture

In questo articolo si parla di politica, Comune di Montegranaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/awzY





logoEV
logoEV