Calcio: Fermana travolta in casa dal San Nicolò

3' di lettura 24/01/2016 - Si ferma a 4 gare la striscia positiva della Fermana che, al cospetto del proprio pubblico, si vede esporre il disco rosso dal San Nicolò, che si consolida quarta forza del campionato.

I canarini non sfruttano l’occasione per accorciare sulla zona che conta, ma, nonostante il severo risultato, non c’è da drammatizzare: la classifica resta cortissima. Basta un tempo al San Nicolò per mettere in ghiacciaia la posta in palio. Brighi è abile, con l’aiuto di una mano, a deporre in rete una punizione contestata e battuta da Merlonghi. La Fermana è brava a strozzare quasi immediatamente la gioia abruzzese con bomber Molinari, letale nell’approfittare di un errore in fase di disimpegno di Pretara: 1-1.

La squadra di Epifani non demorde e torna immediatamente avanti con Merlonghi che, giovandosi di un lancio dalle retrovie, taglia fuori la difesa (offside?) e si trova a tu per tu con Olczak, castigandolo. Il match torna così sul piano ideale per il San Nicolò che può sfruttare al meglio le qualità di palleggio sullo stretto e velocità nelle ripartenze. Su un’azione manovrata Chiacchiarelli è impeccabile nel firmare il tris indirizzando il cuoio sotto il sette a giro.

Lo stesso numero 10 all’alba del secondo tempo realizzava in tap-in (Olczak ribatte su Bucchi) il definitivo 4-1. Nella ripresa, nonostante il doppio svantaggio sul groppone, la Fermana si presentava in campo più incisiva: Iotti veniva atterrato in area (il contestato Kumara faceva continuare) e successivamente faceva la barba al palo, Degano concludeva a lato, Sene chiamava Calore alla respinta con Gregonelli che sul palo lungo calciava alto, a Molinari non riusciva il guizzo vincente. Nulla da fare, la porta teramana restava serrata.

"Onore al San Nicolò – ha dichiarato mister Cetera davanti ai microfoni – che ha saputo sfruttare cinicamente i nostri errori e si è dimostrata la squadra forte che temevamo. Noi non siamo riusciti a esprimerci al meglio e per questo chiediamo venia ai nostri tifosi, che anche alla fine ci hanno applaudito. Dal punto di vista del carattere e dell'impegno non siamo mancati, onorando la maglia e lottando fino al triplice fischio: questa battuta d'arresto deve servirci per tornare in campo ancora più determinati e motivati già a partire dalla prossima domenica".

FERMANA – SAN NICOLO’ 1-4

FERMANA (4-3-2-1): Olczak; Sene, Comotto, Carrieri, Gregonelli; Cossu (8’ st Pero Nullo), Omiccioli, Misin (21’ st Forò); Degano, Iotti; Molinari. A disposizione: Cascione, Bossa, Cremona, Di Federico, Passalacqua, Russo, Valdes Seara. All. Angelo Cetera (Osvaldo Jaconi squalificato).

SAN NICOLO’ (4-2-3-1): Calore; Pretara, Terrenzio, Brighi, Mozzoni (36’ st De Santis); Petronio, Donatangelo (12’ st Cichella); Massetti (36’ st Cerqueti), Chiacchiarelli, Merlonghi; Bucchi. A disposizione: Ricci, Morelli, Casolla, Orsini, D’Egidio, Parker. All. Massimo Epifani.

ARBITRO: Sig. Sajmir Kumara della sezione di Verona. ASSISTENTI: Sigg. Pierpaolo Citterio della sezione di Verona e Nicola Scapini della sezione di Legnago.

RETI: 21’pt Brighi, 23’ pt Molinari, 26’ pt Merlonghi, 39’ pt e 9’ st, Chiacchiarelli.

NOTE: ammoniti: al 30 pt’ Donatangelo (gioco falloso), 4’ st Bucchi (cnr), 6’ st Degano (proteste), 17’ st Carrieri (gioco falloso), 23’ st Molinari (ostruzione), 24’ Forò (gioco falloso), 38’ st Cichella (gioco falloso). Corner 4-5. Recupero 1’+5’.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2016 alle 18:01 sul giornale del 25 gennaio 2016 - 1337 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/asRl





logoEV
logoEV
logoEV