Sabato l'inaugurazione della mostra My Country

3' di lettura 20/11/2015 - Una mostra con affermati artisti dal continente asiatico, che assume un valore speciale in un periodo di tensioni interrreligiose dopo la tragedia di Parigi. Sarà inaugurata domani pomeriggio, sabato 21 novembre, la mostra My Country, che sarà ospitata allo spazio multimediale San Francesco a Civitanova Alta e rimarrà aperta fino al 28 febbraio 2016.

Un evento straordinario con gli artisti del Tuju Art Group di Singapore, unico appuntamento in Italia che celebrerà i 50 anni dell'indipendenza dello Stato asiatico. Pittori italiani ed internazionali insieme per una rassegna che proseguirà fino al 28 febbraio 2016. Sarà possibile ammirare le opere del Tuju art group, composto da Rosihan Dahim , Ramli Nawee, Sujak Rahman, Abu Jalal Sarimon, Sunar Sugiyou.

La compagine italiana vedrà esposti lavori di Ubaldo Bartolini, Manuela Cerolini, Massimo Giovannelli, Elena Giustozzi, Tonino Maurizi, Mauro Mazziero, Marina Mentoni, Nino Ricci, Rita Soccio, Luigi Teodosi, Rita Vitali Rosati. Saranno ospitate anche opere di altri artisti esteri, come Neneng Ferrier Sia, Lena Kelekian, Antonius Kho, Ipong Purnama Sidhi, Billy Soh Wee Leong, Simon Wee Aik Chuan.

Ieri alcuni componenti del Tuju art group sono sbarcati nuovamente in Italia ed hanno raggiunto Civitanova in vista dell'inaugurazione di sabato pomeriggio, prevista per le 17. Sarà possibile visitarla tutti i giorni della prima settimana, poi tutti i sabati e le domeniche dalle 17 alle 20.

Una collaborazione ampia, quella che ha permesso l'allestimento dell'importante evento. Promotori della manifestazione, sostenuta dall'Amministrazione comunale, sono stati Francesca e Tonino Maurizi, che si sono avvalsi della collaborazione della prof. Paola Ballesi e della direttrice della Pinacoteca Moretti Enrica Bruni. "E' un progetto ambizioso – sottolineano i Maurizi – le difficoltà sono state molte, ma siamo riusciti a superarle e nel sindaco Corvatta abbiamo avuto un convinto sostenitore fin dal primo momento. Ci piace l'idea di proporre al pubblico un momento di confronto tra mondi diversi".
"E' davvero stimolante ospitare questa rassegna – le parole del sindaco Tommaso Claudio Corvatta - Culturalmente è un appuntamento di grande livello, senza trascurare la possibilità, attraverso questa collaborazione, di intrecciare anche rapporti economici con Singapore. Personalmente le opere mi hanno meravigliato: da autori provenienti da una metropoli, da una potenza economica e commerciale, non mi aspettavo una pittura che rivela una grande attenzione alla natura ed ai paesaggi".

La direttrice B runi rimarca "il grande lavoro di squadra che ha permesso questa esposizione, con un grazie particolare al lavoro infaticabile di Tonino Maurizi, che ha realizzato degli allestimenti davvero originali che stupiranno il pubblico". La professoressa Ballesi rileva un aspetto particolarmente attuale: "In questo periodo di forte tensione internazionale, questa mostra mette insieme artisti cattolici e musulmani. In realtà è qualcosa a cui fino a pochi giorni fa non avevamo neanche pensato, perchè si è sempre lavorato in uno spirito di totale accordo ed amicizia che ha abbattuto le differenze culturali e religiose. In un momento così delicato, credo che questo evento si carichi anche di un messaggio di pace e fratellanza".

Entusiasti gli artisti del Tuju art group: "Abbiamo studiato molto del vostro Paese, una terra che ci ha ispirato, che è stata protagonista di pagine eccezionali per l'arte mondiale – sottolineano Rosihan Dahim e Sunar Sugiyou – poter esporre qui è per noi un sogno che si concretizza. Abbiamo voglia di conoscere la vostra cultura 'on the ground', sul campo, ma anche le persone, le abitudini. Tornare in Italia è un'emozione, atterrando all'aeroporto ci siamo subito sentiti a casa, grazie alla splendida accoglienza che abbiamo ricevuto nella nostra visita precedente. L'ospitalità che abbiamo trovato qui per noi è inestimabile".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2015 alle 18:04 sul giornale del 21 novembre 2015 - 2073 letture

In questo articolo si parla di cultura, civitanova marche, comune di civitanova marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqIg





logoEV
logoEV