Basket: Serie C Silver, L'Icubed Pedaso supera agevolmente la Cestistica Ascoli

4' di lettura 15/11/2015 - Torna alla vittoria l'Icubed Pedaso, che supera agevolmente la Cestistica Ascoli ed interrompe così la propria striscia negativa di tre sconfitte consecutive.

Era una partita da non fallire per gli uomini di coach Camarri, che avevano assolutamente bisogno di questi due punti per ripartire e ricominciare a guardare con più ottimismo al proseguo di stagione. Missione compiuta, dunque, ed è senz'altro da sottolineare l'atteggiamento dei giocatori pedasini, che non hanno di certo fatto mancare disponibilità ed impegno al proprio allenatore anche contro un avversario visibilmente inferiore.

Sicuramente l'Icubed andrà nuovamente testata in contesti più probanti, però in quest'occasione l'unica cosa che contava davvero era la vittoria e la vittoria è arrivata; grazie ad essa, Pedaso si inserisce nel gruppone a quota 10 dietro al Pisaurum e a Fabriano e, allargando l'analisi anche al girone A, rimane nel bel mezzo delle numerose contendenti ai primi otto posti in un campionato che sembra ancora non volerne sapere di trovare delle gerarchie precise.

Cronaca: Sorpresa in avvio nel quintetto pedasino con coach Camarri che sceglie Ayiku al posto di Carletti e gli affianca Domesi, Morresi, Di Angilla e Conti. Dall'altra parte la Cestistica risponde con Fornetti, Cavoli, Sinatra, Mazzella e l'ex Albertazzi, visto a Pedaso per ben sette stagioni dal 2005 al 2012. L'inizio è equilibrato ed è contrassegnato da un bel duello realizzativo tra Morresi e Mazzella, 23 anni di differenza ma grande facilità per entrambi nel trovare la via del canestro.

Il veteranissimo ascolano regala con un appoggio l'unico vantaggio della serata alla Cestistica sull'8-9, ma dall'altra parte Morresi in men che non si dica ha già tre triple a referto e sull'ultima di queste coach Binetti chiama il primo timeout della partita. Nell'ultima parte del quarto è Conti a raccogliere il testimone da Morresi nell'attacco dei padroni di casa, ma i suoi cinque punti in fila non servono a staccare gli ospiti, che anzi accarezzano la possibilità di andare al primo mini riposo in parità quando Sinatra infila una bomba arrivata però solo leggermente oltre la sirena di fine periodo.

Nel secondo quarto arriva poi il primo allungo della partita, quello che si rivelerà decisivo; l'Icubed sbarra la strada del proprio canestro agli avversari e in attacco trova quei punti che le consentono di piazzare un 8-0 di break per il +9 (24-15). La musica non cambia dopo il timeout degli ospiti perché Pedaso continua ad imporre la propria legge in difesa e allora il parziale lievita fino al 14-0 che vale il doppiaggio sul 30-15.

La Cestistica per tutti e dieci i minuti della seconda frazione trova punti solo dalla lunetta e a nulla serve lo sforzo di Mazzella, che gioca con grande determinazione e rimpingua continuamente il proprio ragguardevole tabellino. Con una tripla di Conti a pochi secondi dal termine del quarto, l'Icubed tocca il provvisorio massimo vantaggio sul 37-20, che è il punteggio con il quale le due formazioni rientrano negli spogliatoi per l'intervallo.

Nel terzo periodo, poi, l'Icubed scollina velocemente oltre i venti punti di scarto e chiude l'incontro con largo anticipo. Il distacco si mantiene per tutto il secondo tempo intorno alle 25 lunghezze, con Pedaso che non affonda ulteriormente il colpo e mantiene in controllo la partita di fronte ad una comunque volenterosa Cestistica che, pur mancando evidentemente della reale possibilità di riaprire il match, riesce a mantenere il passivo su livelli dignitosi.

Con quest'incontro va quindi in archivio il girone di andata dell'Icubed Pedaso, un girone d'andata dai due volti, con un grande inizio da quattro vittorie in cinque partite e le belle affermazioni casalinghe su Fabriano e Matelica, e poi un periodo di calo coinciso con le già citate tre sconfitte in fila interrotte da questo successo. Ora non resta che tuffarsi nel girone di ritorno, che prende il via sabato prossimo con un altro impegno casalingo, stavolta contro il Basket Giovane Pesaro, con la speranza che da ora in avanti possa tornare a vedersi con continuità quella squadra capace di mettere in difficoltà chiunque ammirata nelle prime partite.

Pedaso: Manfrini, Domesi 6, Morresi 20, Monterubbianesi, Di Angilla 12, Ayiku 5, Confaloni ne, Ciccorelli 9, Stampatori, Conti 15, Carletti 4, Capponi 2, All. Camarri

Cestistica Ascoli: Fornetti 9, Cavoli 4, Sinatra 1, Alamo, Albertazzi 1, Cataldi ne, Addazi 4, Gazineo 6, Mazzella 22, All. Binetti






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2015 alle 17:06 sul giornale del 16 novembre 2015 - 1386 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pedaso, icubed pedaso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqsW





logoEV
logoEV