Al via i Corsi del Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi”

3' di lettura 29/10/2015 - Il Conservatorio di Musica “G.B.Pergolesi”. Una realtà viva, qualificata e qualificante di scuola universitaria di alta formazione musicale. Le lezioni ripartono la prossima settimana con un numero di iscritti che ha superato quota 500.

Le caratteristiche e le prospettive con cui si apre il nuovo anno accademico sono state illustrate dal presidente del Consiglio di Amministrazione Carlo Verducci e dal direttore Massimo Mazzoni.
“Innanzitutto – ha esordito Verducci – è stato nominato il nuovo C.d.A. Riconfermati il professor Nicola Verzina per i docenti, Giuseppe Lori per gli allievi mentre la dottoressa Rosanna Galdi prende il posto dell’avvocato Fabrizio Emiliani che ha ricoperto l’incarico per due mandati e al quale vanno i nostri sentiti ringraziamenti .”

“Gli iscritti sono aumentati – conferma con soddisfazione Verducci – e hanno superato quota 500 tra il Biennio e triennio universitario, i Corsi abilitanti e i Pre Accademici. Sempre notevole la presenza degli stranieri. Ben 55, l’11% del totale e fra essi riconfermata la massiccia presenza di cinesi. Gli iscritti italiani arrivano, non solo dalle Marche e dalle regioni limitrofe, ma anche dalla Calabria e dalla Campania. Ciò ci inorgoglisce perché segno della alta specializzazione dei nostri docenti ed anche una risorsa importante per la vita della città dove questi giovani vengono a risiedere.”

“La rilevanza dei nostri maestri ci permette anche di puntare alla produzione. Anche in vista di iniziative che si svolgeranno all’interno del Conservatorio e sul territorio. E’ nostro intendimento fare del Conservatorio l’espressione del territorio e far in modo che il territorio si riconosca nel Conservatorio. Oltretutto ciò permette agli allievi di fare esperienze significative .”

“Per quanto riguarda gli spazi – conclude – abbiamo avuto assicurazione verbale dal Sindaco che la prossima settimana ci verranno assegnate le cinque aule dell’ex Università Beni Culturali che sono limitrofe al palazzo del Conservatorio..”.

Il direttore Massimo Mazzoni si è soffermato invece sulla disamina dei tanti appuntamenti concertistici che vedranno protagonisti i migliori allievi. “Si parte domani nella sede del Rotary Club di Porto san Giorgio e della Riviera fermana. Il Rotary ha deciso infatti che ad ogni incontro ci sarà un concerto dei nostri allievi e la cosa ci fa molto piacere. Seguirà poi una serie nutritissima di appuntamenti (ben 14 solo fino a Natale). Saremo presenti in Prefettura il 4 novembre per le celebrazioni dell’Unità d’Italia e delle Forze armate, al Teatro di Porto San Giorgio (19 novembre) per i 150 anni della Guardia Costiera. Il centenario della prima guerra mondiale verrà solennizzato con un concerto ad hoc come pure la ricorrenza di Santa Cecilia, patrona della musica e dei musicisti. Dall’11 al 13 dicembre ci sarà lo Stage del Sax con i suoi innumerevoli appuntamenti e tanto altro ancora che vi sveleremo via via.”


da Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi”




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2015 alle 19:23 sul giornale del 30 ottobre 2015 - 1084 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, fermo, Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi”

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apQB





logoEV