Montegiorgio: accordo sul Bilancio comunale 2015 con CGIL e CISL provinciali

conti 3' di lettura 15/10/2015 - Nonostante le ristrettezze di risorse dovute alla crisi ed ai tagli dei trasferimenti, tra l'Amministrazione del comune di Montegiorgio e Cgil Cisl, con i rispettivi Sindacati dei Pensionati Spi e Fnp, si è raggiunta una intesa sul Bilancio comunale di previsione per l'anno 2015.

L'accordo, che concretizza per la prima volta a Montegiorgio la pratica del confronto democratico tra Amministrazione e Organizzazioni sindacali, contiene misure concrete a favore di lavoratori, pensionati e alla parte di cittadini maggiormente esposta alle conseguenze della crisi tuttora in corso.
Esso riveste inoltre una importanza particolare considerando che l'Ente, per il 2015, deve far fronte a tagli dei trasferimenti di Governo e Regione pari a circa 220mila euro.

Per il 2015 è confermata l'esenzione fiscale per i redditi fino a 7.500 euro. C'è l'impegno dell'Amministrazione ad affermare la pratica della trasparenza e della partecipazione anche attraverso il Piano triennale Anticorruzione. Stesso approccio per l'adozione di un nuovo sistema qualitativo nel settore degli appalti a tutela dei lavoratori e della qualità dei servizi, con contrasto al massimo ribasso e ricorso ai sub-appalti e, con l'introduzione della clausola sociale nei capitolati.

L’entità delle risorse previste a bilancio 2015 risentono, in parte, dei tagli ai trasferimenti regionali e statali. Nel caso in cui dette risorse mancanti dovessero essere ripristinate, a livello regionale, si provvederà contestualmente al loro reintegro nel corrente bilancio di previsione.

Sempre nella stessa ipotesi e in sede di assestamento del bilancio, l’Amministrazione cercherà di istituire, risorse disponibili permettendo, un Fondo straordinario anticrisi dell’ammontare compreso tra 10.000 e 20.000 euro. che interverrà ad alleviare il peso delle tasse, rette e tariffe sui servizi comunali (Tasi. Tari, Nido, Trasporto scolastico, ecc.) per le fasce più deboli. Confermato il metodo della compartecipazione ai servizi a seconda della situazione economico-sociale dei cittadini (Isee lineare e attualizzato). Le tariffe non hanno subito aumenti.
Le parti sono impegnate anche nella riconversione e nel rafforzamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie territoriali (Casa della Salute, sistema ambulatoriale, cure intermedie e Assistenza domiciliare e residenziale).

L'Amministrazione si impegna a favorire un processo di aggregazione nei Servizi Pubblici Locali di natura economica, a partire dalla gestione integrata dei rifiuti.

Oltre al perseguimento della sostenibilità ambientale e del metodo della programmazione, L'Amministrazione si impegna a favorire la trasparenza e la semplificazione burocratica per le attività economiche e favorirà l'aggregazione dei servizi sociali ed economici con gli altri comuni.
Per il Diritto allo studio, sono previsti interventi, oltre che per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, per favorire la frequenza scolastica e universitaria.
L'Amministrazione si impegna per favorire le politiche per la famiglia, il lavoro femminile e il contrasto alle disuguaglianze di genere e alla violenza contro le donne.

L'accordo sulle politiche di Bilancio di Montegiorgio è una positiva premessa per proseguire ed allargare il confronto su lavoro e politiche di sviluppo delle aree della media Val Tenna, il cui valore "economico-ambientale-paesaggistico-culturale", oltre che per i residenti, si estende agli interessi generali dell'intera regione e del Paese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2015 alle 19:51 sul giornale del 16 ottobre 2015 - 1054 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, cisl, bilancio, conti, numeri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apfD